Carlo Calenda

Perché Calenda attacca frontalmente la Lega di Salvini

Il leader di Azione critica il Capitano per l’atteggiamento nei confronti di Putin, ma in realtà lancia una linea politica sempre più equidistante tra centrodestra e centrosinistra. Alle comunali nessuna alleanza è preclusa. Neppure al Comune di Frosinone.

Perché il Pd non può ignorare il Movimento Cinque Stelle

L’apertura di Carlo Calenda tenta il segretario Enrico Letta, ma la realtà dei fatti è che l’alleanza con i pentastellati rimane indispensabile per il maggior partito della sinistra italiana. Il laboratorio vero si vedrà alle politiche e alle regionali, ma nei Comuni (come Frosinone) qualche segnale arriva già.

Un centro di gravità permanente chiamato Azione

Il congresso nazionale del partito di Carlo Calenda ha lasciato intravedere possibili nuovi equilibri nella politica nazionale. Il confronto a distanza tra Letta e Giorgetti, l’irritazione dei Cinque Stelle e il silenzio dei Fratelli d’Italia. Mentre a Frosinone…

Centrosinistra, Azione di… disturbo

Antonello Antonellis eletto segretario provinciale del partito di Carlo Calenda. Idee chiare sulle grandi tematiche del territorio: acqua, rifiuti, ambiente, Pnrr. Nessuna subalternità al Pd, anzi. E alle comunali di Frosinone non sono escluse sorprese.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright