Domenico Marzi

Regionali, il peso delle civiche a Frosinone

Il ruolo strategico delle sette liste civiche (e dei loro voti) presenti in Consiglio comunale a Frosinone. Chi sta con chi. E chi si sta accordando. I Partiti scenderanno in campo dopo a rivendicare il risultati in ‘multiproprietà’

L’indecifrabile silenzio di Memmo Marzi

Indecifrabile. Ed incomprensibile. Da sei mesi l’ex sindaco Domenico Marzi si è imposto un silenzio quasi innaturale. La necessità di un ‘padre nobile’ per la prossima generazione. Ma il centrosinistra sembra avere già dimenticato Frosinone. Non comprendendo – ancora una volta – che l’alternativa non si costruisce negli ultimi sei mesi

Le tre vite della Mandarelli: Socialista, con Renata, di nuovo con Memmo

Già assessora nella Giunta Marrazzo e consigliera regionale con la Polverini, oggi è la più votata nel Campo costruito attorno al Pd. «Schietroma e Ottaviani mi volevano fare fuori, ma non ci sono mai riusciti». Eletta con la lista civica dell’ex sindaco Marzi, con cui cominciò vent’anni fa. «L’ho fatto solo per lui, che mi tratta da sempre come un politico e non come donna o quota rosa». I retroscena della cacciata dalla Regione

Pd, la Terza Via di Enzo Salera

La cena dopo le elezioni a Frosinone. E la riflessione sui risultati. La richiesta di innescare una rigenerazione politica del Pd. Con un ruolo attivo del sindaco di Cassino Enzo Salera. Creando una terza via

Ballottaggio 2022: Mastrangeli sindaco

A Frosinone è andato a votare un elettore su due entro le 23. A livello regionale e nella Città metropolitana di Roma anche meno. Termina dopo nemmeno un’ora la mezza Maratona Porcu per il secondo turno delle Elezioni Comunali. Riccardo Mastrangeli (Centrodestra) batte Domenico Marzi (Campo largo progressista): trend al 55-45%

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright