Editoria

La spiaggia orfana dei giornali

Il grande segno dei tempi che cambiano: dalle spiagge sono spariti i giornali. Per essere sostituiti dagli smartphone. Prima, sotto ogni ombrellone era un aprire di ali. E dalla testata capivi chi avevi di fronte.

2 Condivisioni

Solo gli imbecilli sono imparziali

Una delle lettere al Direttore solleva il tema dell’imparzialità dei giornalisti. Molte volte è un pretesto. Per non prendere una posizione. Per non avere un’idea da dover difendere. Noi invece abbiamo scelto di farlo.

2 Condivisioni
Alessioporcu

Non è la stampa bellezza

Non è la stampa, bellezza: e tu non puoi farci niente. Il mancato rinnovo di 50 contratti ad altrettanti giornalisti è il segnale che il settore si sta evolvendo. Alla fine sopravviverà solo chi saprà fornire elementi elementi originali. Fine del Copia & incolla. Perché le notizie si ‘pesano’ e non basta contare i clic.

2 Condivisioni

Addio Luigi Cardarelli, il papà del giornalismo pontino

Si è spento alla clinica “San Marco” Luigi Cardarelli. Aveva 76 anni è stato alla redazione del Tempo, poi in quella di Latina Oggi (che aveva fondato insieme a Paolo Brunori e Romano Rossi) che ha diretto il giornale fino al 2005. Sferzante con la classe politica, con un suo modo tutto particolare di raccontare le vicende di cronaca, non amava i “salotti” e alla città aveva dedicato un paio di libri. Da ultimo “L’incompiuta”

2 Condivisioni

Qualcuno finalmente si ricorda dell’editoria locale. D’Amico: «La politica protegga l’informazione di qualità, altrimenti…»

Il presidente di ConfimpreseItalia prende spunto dal libro di Ferruccio De Bortoli e lo cala anche sul piano locale: “Per non diventare naufraghi della rete è fondamentale creare le condizioni affinché i giornali e i siti affidabili e seri possano lavorare con tranquillità. I politici non possono continuare a nascondersi”.

2 Condivisioni

La cinica crociata di Cinque Stelle e Lega contro la stampa libera

Il taglio dei contributi all’editoria mette in mostra il vero volto del governo pentastellato. Dopo la genuflessione in Europa e la manovra scritta sotto dettatura, si cancellano i contributi all’editoria per le piccole realtà locali. Non sopportano le voci autonome. Migliaia di posti di lavoro a rischio. Forti con i deboli, deboli con i forti

2 Condivisioni