Farmacia Comunale

Vaccini in farmacia: scontro Mastrangeli – Cristofari

Il presidente dell’Ordine dei Medici dice no ai vaccini anti influenza somministrati in Farmacia. Ma il presidente dell’Ordine dei Farmacisti dice si senza riserve. Chiesto il ritiro del provvedimento regionale. “A questo punto facciamo i vaccini nei supermercati”

A Sora si gioca a nascondino. Il sindaco prova a fare tana

“Tana libera tutti”. Con un messaggio sul gruppo WhatsApp degli amministratori il sindaco di Sora promette di stanare chi trama alle sue spalle per non ricandidarlo. La risposta arriva doppia: il tavolo di centrodestra e la delega offerta a Fratelli d’Italia rispedita al mittente.

L’assise degli assenti. Che mandano segnali chiari

Massimiliano Bruni e Natalino Coletta assenti (giustificati al Consiglio comunale. Ma si tratta di un segnale politico forte. Crescono gli attriti in maggioranza. Maria Paola D’Orazio si distrae e interviene sul primo punto fuori tempo massimo. Redarguita da Valter Tersigni. Visto che Ernesto non c’era l’ingrato compito è toccato a lui. Intanto continuano le manovre politiche. Soprattutto nel centrodestra. Rinviato ad oggi l’incontro previsto fra il senatore Claudio Fazzone e gli amministratori aspiranti forzisti.

Il caso Farmacia comunale esplode sui social. Ed è subito mal di testa

Farmacia comunale a Sora: ultimo atto. Si passa alla nuova gestione di Ambiente e Salute. Scontro social fra Umberto Geremia e Agostino Di Pucchio. Intanto il Comune va dal notaio per sciogliere la società e si prepara ad assumere il direttore sanitario tramite agenzia interinale. In attesa del bando che non è ancora pronto.

Farmacia, licenziamenti posticipati. Manetta si dimette

Una riunione lunga sei ore per decidere il destino della Farmacia comunale di Sora. Il presidente del CdA si è sostituisce all’Amministratore delegato e posticipa i licenziamenti al 31 gennaio. Manetta si dimette da Amministratore delegato e da consigliere. Nel frattempo i dipendenti si presentano in farmacia ma non possono entrare: sarebbe lavoro nero. A verbalizzare il tutto è la Polizia di Stato. Oltre ai posti di lavoro è a rischio anche il titolo farmaceutico: la Regione potrebbe ritirarlo

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright