Fca

Tavares è stato fin troppo chiaro, il Governo si svegli

Non è pensabile il futuro dell’automotive senza gli incentivi, anzi sì, non ci sarebbe futuro. Fino ad oggi con l’auto ci siamo spostati, domani sarà solo una delle cose che potremmo fare, come con gli smartphone dopo i cellulari. Cassino sempre più globale con Maserati. Uliano a tutto tondo dopo le parole di Tavares.

Stellantis, l’inizio della fine del vecchio modello Fiat

Stellantis annuncia 1.000 esuberi alla Sevel. È la conferma dell’allarme lanciato nei giorni scorsi da Unindustria per Cassino Plant. Ma nessuno si è mosso. Nessuno ha reagito. Quei silenzi che condannano il territorio. E le cifre della nostra disfatta.

Qualcuno faccia una proposta ora per Stellantis… o sarà tardi

Una serie di elementi concreti che la politica finge di non vedere. Ma il futuro dello stabilimento Stellantis Cassino Plant è molto diverso da come lo abbiamo vissuto in questi ultimi cinquant’anni. Occorre una proposta. Concreta. perché domani potrebbe essere già troppo tardi

L’urlo della Fiom: “A Cassino Plant serve unità”

Il Segretario della Fiom mette a nudo i problemi di Cassino Plant. “Cassino è uno dei pochi stabilimenti Stellantis italiani dove non si riescono a fare le assemblee unitarie con i sindacati nazionali”. Il dramma dei posti cancellati. Tra pensionamenti anticipati e precari non rinnovati. E nessuno viene rimpiazzato

Indotto Stellantis, cresce la preoccupazione

La rimodulazione degli assetti e degli organici spaventano molti lavoratori dell’indotto del Cassinate. E sullo sfondo c’è lo spauracchio dello sblocco dei licenziamenti. Il sindacato Flmu-Cub accendi i riflettori sulla questione con un presidio-volantinaggio: “Nessuno deve rimanere indietro”

Stellantis, le preoccupazioni di Picano

Il vicecoordinatore provinciale di Fratelli d’Italia incontra il presidente Unindustria Cassino Francesco Borgomeo. Al centro del confronto: Cassino Plant e il suo indotto. Ma si parla anche delle sfide sulla mobilità sostenibile e sull’efficientamento energetico

Stirpe come Fca: operazione con Sace per il rilancio post covid

La Holding di Maurizio Stirpe conclude un’operazione analoga a quella che ha consentito a Fca di consolidarsi e spiccare il balzo che l’ha portata all’abbraccio con Psa. Operazione da 125 milioni di euro. Servirà per “proseguire il piano di investimenti e guardare con ottimismo al futuro”

Stirpe
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright