Fratelli d’Italia

Forza Italia si smarca dal tavolo: Caschera non piace

Forza Italia dice che “il re è nudo”. E che il Tavolo per trovare il sindaco unitario è ormai superato. La Lega o rompe l’asse o rompe al suo interno. Da quando Fratelli d’Italia ha fatto il nome di Ruggeri si guarda intorno anche Marco Mollicone. Che incontra Luca di Stefano. Mentre Vinciguerra dice ciao (ma non ciaone) al Pd

2 Condivisioni

Chiamateli Cip e Ciop, ma per carità posate il bazooka

Senza Ricevuta di Ritorno. La ‘Raccomandata’ del direttore su un fatto del giorno. La brutta caduta di stile di un sindacato nei confronti delle tre manager della Asl di Frosinone. E una levata di scudi che assomiglia al classico cannone per ammazzare i moscerini

2 Condivisioni

Un tavolo urgente per incollare il centrodestra

Fratelli d’Italia e Forza Italia reclamano un Tavolo provinciale per sbrogliare la matassa ‘Sora’ Si riunirà d’urgenza già in settimana. Caschera non intende arretrare e conferma l’intenzione di candidarsi. Ma forse sotto c’è un gioco più sottile

2 Condivisioni

Il pesantissimo isolamento di Fratelli d’Italia

A non rispondere alla richiesta di verifica politica sono il sindaco Nicola Ottaviani ma anche la Lega (di cui è coordinatore). Ma anche Forza Italia e le liste civiche di maggioranza. Il senatori Massimo Ruspandini, commissario provinciale del partito di Giorgia Meloni, non potrà fare finta di nulla. Il precedente del centrosinistra nel 2012.

2 Condivisioni

È l’ora dei conti nel Pd. Mentre a destra si dividono

Scontro frontale nel Pd di Formia. Il confronto Bartolomeo – Magliozzi. Lezioni di Realpolitik. Astorre e Moscardelli alla finestra: pronti ad intervenire. Lo spettro di Gaeta 2012. Mentre a destra non si quaglia: Fazzone avanti con Taddeo

2 Condivisioni

Spunta un altro candidato. Lega a rischio implosione

Lega a rischio implosione sulla candidatura a sindaco di Sora: dopo quello di Caschera spunta anche il nome di Porretta. Mentre il resto del centrodestra riflette sulla grande coalizione con Di Stefano. A sinistra arriva la safety car: Pompeo punta ad azzerare tutto e sedersi attorno a un tavolo per trovare la quadra. Ma soprattutto punta all’accordo PD -Fratelli Tersigni. Considerato l’arma vincente.

2 Condivisioni