Frosinone-Empoli

Quattro giorni di fuoco ed un quesito: contro la Roma derby o test campionato?

Vincere al ‘Tardini’ spianerebbe la strada alla sfida con i giallorossi di Fonseca. Ma domenica c’è la Juve Stabia che in casa ha cambiato marcia: 10 punti nelle ultime 4. E poi c’è l’obiettivo del bersaglio… grosso a maggio. Il tecnico Nesta potrà contare comunque su una formazione valdissima. Giovedi sera l’occasione per chi ha giocato meno di mostrare il valore

Per volare bisogna vincere in trasferta

Troppa differenza tra il cammino in casa e quello fuori. Dopo il poker all’Empoli, il tecnico del Frosinone non si esalta e chiede ai suoi di cambiare passo lontano dallo “Stirpe”. Solo così si può puntare in alto. L’occasione domenica sul campo della Juve Stabia. Tra le mura amiche comunque i canarini si confermano micidiali e collezionano la quarta vittoria di fila con la porta inviolata da 401 minuti. L’attacco cresce, la difesa sempre più solida.

Come quando giochi in casa (di E. Ferazzoli)

Il Frosinone è bastato a se stesso. Il rientro di Ariaudo e Paganini, la bravura del tre volte assistman Rohden, il cinismo di Beghetto e l’impassibilità di Dionisi che esulta azzittendo col dito quella parte della Est sempre pronta ad “omaggiarlo” di fischi. La svolta sarà farsi trovare in tanti sugli spalti di Castellammare

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright