Frosinone-Spezia

Perché non serve recriminare (di G. Lanzi)

Un metro di giudizio a 10’ dalla fine è diverso da quello che il direttore di gara ha tenuto fino a quel momento. Esattamente come a 10’ dalla fine spesso la tattica studiata a tavolino salta in gloria e ci si affida alla ‘garra’. E’ andata, recriminare a 7 giornate dalla fine non serve a niente perché fa dissipare solo energie.

2 Condivisioni

Frosinone, il silenzio della solitudine (di E. Ferazzoli)

Tutto tace. Tace il Presidente. Tace la dirigenza. Tacciono i giocatori. Il silenzio non risparmia nessuno eccetto Longo, l’unico ad “abbracciare la croce” ed a farsi carico di rispondere. Ad una situazione che non ha risposta. Perché ora sarebbe energia sprecata. E che invece occorre. Per tentare fino alla fine di conservare il sogno.

2 Condivisioni