Gabriele Gravina

Riforme e cambio di format: venerdì gli stati generali

Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha convocato le componenti federali per discutere la riorganizzazione del sistema professionistico minato da una crisi economica senza precedenti ed acuita dalla pandemia. Ma la Serie A non sembra favorevole ad una riduzione delle squadre da 20 a 18. La Lega di B invece sposa la linea della Federazione e chiede il riequilibrio tra promozioni (3) e retrocessioni (4). Proposto un tavolo permanente.

La favola del Chievo Verona diventa un film horror

Il club veronese escluso dalla Serie B per irregolarità nella domanda d’iscrizione. Il miracolo sportivo svanisce dopo 35 anni di professionismo, 17 campionati di A, 10 di B, la Champions League e la Coppa Uefa. Il club veneto ora spera nel ricorso al Collegio di Garanzia del Coni. Garantista e prudente Balata, preoccupato Gravina. Il Cosenza pronto al ripescaggio

Quasi un plebiscito per il Balata-bis. Galliani vice

Con 16 voti l’avvocato sardo è stato confermato alla guida della Lega Serie B. Battuto il commercialista marchigiano Ezio Maria Simonelli. E’ anche la vittoria di Stirpe che aveva appoggiato la ricandidatura del legale con un endorsement durante la conferenza di fine anno.

Tre firme sulla ripartenza: Gravina, Balata, Stirpe

Il Frosinone incassa il giusto dalla trasferta di Trapani. L’obiettivo a medio termine, del secondo posto non viene scalfito. Nesta spinge sulla condizione fisica e ritrova giocatori fondamentali. L’importanza di Maiello, un valore aggiunto

Il Consiglio federale vara il calcio d’estate. Playoff e playout in caso di ulteriore stop

La Figc ha deliberato la ripresa dei campionati di serie A, B e C. Si potrà giocare addirittura fino al 20 agosto. Chiudono invece i tornei dilettantistici. In caso d’interruzione si proverà a terminare la stagione tramite gli spareggi o ipotesi estrema verranno stilate le classifiche con criteri oggettivi. Confermate promozioni e retrocessioni. Il 28 maggio incontro con il Ministro Spadafora per parlare di date.

Il piano-B della Federcalcio. Confermati i format e il Frosinone vede la serie A

La Figc riunisce il tavolo permanente e fa chiarezza su cosa accadrà se il Governo dovesse fermare definitivamente i campionati a causa del coronavirus. Le classifiche verrebbero cristalizzate e ci sarebbero 3 retrocessioni ed altrettante promozioni. Ma la Figc non s’arrende, lavora per la ripresa e chiederà all’Uefa di giocare fino al 31 agosto. Sarà decisivo il vertice tra Gravina e il Comitato Tecnico Scientifico per trovare una quadra sul protocollo sanitario.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright