Paolo Gentiloni

Governo o Regione? I tormenti di Zingaretti

Davvero il presidente del Lazio accetterebbe un posto da ministro o da premier? In realtà sta soppesando le situazioni con grande cautela. Non escludendo le elezioni anticipate e pensando ad un poker d’assi per sostituire Giuseppe Conte a Palazzo Chigi: Franceschini, Letta, Guerini, Gentiloni. A meno che la campagna acquisti di Salvini non svuoti i pentastellati.

A volte ritornano. Nicola Zingaretti si riprende la scena

Il presidente della Regione Lazio ha partecipato alla riunione in videoconferenza. Poi ha avuto il coraggio di andare controcorrente e di difendere il ruolo dell’Europa in questa terribile crisi: «Al contrario di tante sciocchezze dette in questi anni, la verità è che senza Europa non ce l’avremmo mai fatta»

Comune di Roma e Regione Lazio, la Lega rischia il doppio boomerang

A marzo le suppletive nel collegio lasciato libero da Paolo Gentiloni saranno un test indicativo. Poi Claudio Durigon cercherà la spallata al Comune di Roma per lanciare la corsa alla Regione. Dove però Nicola Zingaretti intende restare fino al 2023. Ma il segretario del Pd adesso vuole capire chi era già pronto a saltare sul Carroccio.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright