Giuseppe Morini

Da Morini a Cianfrocca: il 2021 di Alatri

Il 2021 per Alatri è stato l’anno in cui è calato il sipario sugli ultimi 10 anni di governo Morini. E non s’è alzato sul suo successore designato. Il palcoscenico è andato al centrodestra. Ma è stata una vittoria con un nome ed un cognome precisi: Maurizio Cianfrocca. I Partiti sono divisi.

Alatri, l’elezione dimenticata

I fuochi artificiali di Sora hanno relegato in secondo piano le comunali di Alatri, che invece hanno un’importanza politica enorme nel panorama provinciale. Parliamo della roccaforte di Mauro Buschini. Il Pd alla disperata ricerca dell’unità, le manovre di Antonello Iannarilli, le strategie di Enrico Pavia, le coalizioni non granitiche. Può succedere di tutto, ma soprattutto chi perde… perde tutto.

Perché le provinciali possono spingere il Pd all’unità

Le regole sono cambiate e bisognerà guardare attentamente ai rapporti di forza nei Comuni. Il segretario Luca Fantini lo sta già facendo nell’ottica di una vera unità di intenti tra le correnti di De Angelis e Pompeo. Perché altrimenti i Democrat rischiano di perdere la supremazia tra gli amministratori.

Gli 11 Comuni che fanno la differenza

A Frosinone, Anagni, Ceccano, Pontecorvo e Fiuggi governa il centrodestra. A Cassino, Alatri, Ferentino, Isola del Liri e Veroli il centrosinistra. Poi c’è l’anomalia Sora. Nell’immediato alle urne andranno Alatri e Sora, poi toccherà a Frosinone. E quindi agli altri. A rischiare di più è il centrosinistra: ecco perché.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright