Giuseppe Morini

Alatri, l’elezione dimenticata

I fuochi artificiali di Sora hanno relegato in secondo piano le comunali di Alatri, che invece hanno un’importanza politica enorme nel panorama provinciale. Parliamo della roccaforte di Mauro Buschini. Il Pd alla disperata ricerca dell’unità, le manovre di Antonello Iannarilli, le strategie di Enrico Pavia, le coalizioni non granitiche. Può succedere di tutto, ma soprattutto chi perde… perde tutto.

Perché le provinciali possono spingere il Pd all’unità

Le regole sono cambiate e bisognerà guardare attentamente ai rapporti di forza nei Comuni. Il segretario Luca Fantini lo sta già facendo nell’ottica di una vera unità di intenti tra le correnti di De Angelis e Pompeo. Perché altrimenti i Democrat rischiano di perdere la supremazia tra gli amministratori.

Gli 11 Comuni che fanno la differenza

A Frosinone, Anagni, Ceccano, Pontecorvo e Fiuggi governa il centrodestra. A Cassino, Alatri, Ferentino, Isola del Liri e Veroli il centrosinistra. Poi c’è l’anomalia Sora. Nell’immediato alle urne andranno Alatri e Sora, poi toccherà a Frosinone. E quindi agli altri. A rischiare di più è il centrosinistra: ecco perché.

Alatri e Sora saranno un test indicativo ma “tiepido”

I mille problemi di Alatri Sora. Il centrosinistra non trova la sintesi in nessuno dei due Comuni. Il centrodestra invece si divide in entrambi. Iannarilli pretende un chiarimento con Ruspandini. Il caso Alatri al tavolo provinciale. A Sora rottura nella rottura: Quadrini incontro solo i suoi

Dem, tutte le strade portano alla rivincita alle politiche

Il 2021 sarà decisivo: vincere ad Alatri e alle provinciali, provare il colpaccio a Sora. Ma anche iniziare la bonifica della Valle del Sacco e far partire il Consorzio industriale regionale unico. Il segretario Luca Fantini punta sulle motivazioni di De Angelis, Buschini, Battisti e Pompeo. Per poi invertire il trend alle politiche.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright