Giuseppe Sebastianelli

Di Stefano non si ricandida, Salera prova a mangiarsi la Provincia a cena

La norma non consente al Presidente uscente della Provincia un secondo mandato. Il sindaco di Cassino si vede a cena con Quadrini e prende le misure. Il braccio di ferro per la vice presidenza. la telefonata a Ruspandini per boicottare Pittiglio e lanciare Cardinali. Sempre più facile a Cassino: il Terzo Polo gli agevola il campo

Cosa c’è dietro il centrodestra unito su Buongiovanni

Il centrodestra si presenterà unito alle Comunali di Cassino. Tutti con Arturo Buongiovanni: Forza Italia, Udc, Noi Moderati, Lega e ora anche Fratelli d’Italia. L’obiettivo ora è eliminare il secondo turno e sfruttare l’onda delle Europee. Cosa c’è dietro. A chi conviene. L’effetto Sebastianelli. La migrazione degli esponenti di destra insoddisfatti. L’indagine sul voto multiplo nelle Primarie

Missione Primarie, in cerca del sindaco e dell’unità

Nessuna menzione dei rapporti con i partiti di centrodestra durante il confronto tra i cinque candidati alle consultazioni del 28 gennaio. Langiano e Borraccio favorevoli a una sintesi politica, mentre Sebastianelli e Di Folco contrari. Critiche e assenze durante il dibattito. Langiano si impegna per un fronte unito.

Via alle candidature delle Primarie del pretesto

Il deposito delle firme con le 5 candidature alle Primarie per Cassino 2024 ieri sera ha tracciato un solco. Sono un pretesto. Il primo turno delle elezioni comunali presenterà due scelte: l’eventuale rielezione del sindaco Salera e la scelta della leadership nel centrodestra tra Lega, Fratelli d’Italia. Prima di Capodanno Tagliaferri fa la scrematura dei suoi 6 candidati. Ma c’è chi lavora per la sintesi

Quattro nomi per il centrodestra

I quattro nomi tra i quali i ‘civici’ del centrodestra potrebbero scegliere il loro candidato. Prende sempre più corpo l’ipotesi delle primarie. Intanto il sindaco firma l’appello a Draghi per restare a Palazzo Chigi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright