Huffington

L’urlo di Zingaretti contro il “governo del niente”

Quello del segretario del Pd non è soltanto uno sfogo contro gli alleati, ma rappresenta la presa d’atto di come l’Italia abbia abdicato sulla politica estera, sull’influenza nel Mediterraneo e su tutto il resto. Ma nel partito chi è pronto a seguire il segretario? Chi non teme elezioni anticipate?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright