Italia Viva

Salera: «Mi chiamano pitbull ma azzanno solo per difendere Cassino»

Pratico perché abituato ai numeri e a volte ruvido, il sindaco di Cassino parla del futuro politico e dei retroscena del passato. Il distacco da Petrarcone. la riunione in cui si decise che il candidato doveva essere lui. L’incubo del Covid. E chi voleva cassino Zona Rossa. Un carattere difficile. Al punto che lo chiamano Pitbull

2 Condivisioni

Italia Viva perde pezzi. Archidiacono molla tutto

Le richieste di ‘purismo’ politico del coordinatore del Partito di Renzi cadono nel vuoto. E Italia Viva resta in comparaggio con la civica ‘Latina bene Comune’ che sostiene Damiano Coletta. E preclude ogni abboccamento con il centrodestra di Claudio Fazzone per le prossime Comunali.

2 Condivisioni

Francesco Scalia, quello che 20 anni fa realizzava i sogni di oggi. E oggi non sogna più

Avvocato, sindaco, presidente, senatore, professore. Francesco Scalia lo si puo’ chiamare in cento modi, ma forse quello più esatto è pioniere. Perché a strade, scuole, mobilità e filiera dei rifiuti in provincia di Frosinone lui ci aveva pensato prima di tutti. Come quando 20 anni fa sull’aeroporto solo una manovra impedì a Frosinone di volare. Quel litigio con Marrazzo. Il coraggio di affrontare le regole. Per il bene di una politica che non c’è più. E con la delusione per l’occasione persa da Renzi

2 Condivisioni