Lavoro

Fattore Its sull’occupazione: una porta sul lavoro

Il monitoraggio 2021 Indire, l’Istituto nazionale documentazione innovativa ricerca educativa, ha scattato la fotografia degli Its in Italia. L’80% dei diplomati ha trovato lavoro a un anno dal diploma e il 92% lo ha fatto in un’area coerente con il percorso di studi. La sfida di Anagni

Lavoro e sviluppo, Coppotelli: “Siamo al bivio. Niente errori”

L’analisi a 360 gradi del segretario generale della Cisl Lazio. Dalla difesa delle categorie più fragili alle possibilità di crescita economica ed ecologica passando per il tema sicurezza: “Siamo in una fase di transizione. Ci vuole una grande visione generale per superare le sfide che ci attendono”

Il Lazio contro il Medio Evo che circonda le donne

La situazione da Medio Evo che circonda ancora troppe donne. Il Lazio tenta di spezzare l’assedio dell’ignoranza. E lo fa con una serie di Leggi. Che dovrebbero recuperare anni di arretratezza. Soprattutto nella testa della gente

Borgomeo annuncia: «Pronti ad acquisire la Nalco»

Il presidente del Gruppo Saxa Gres annuncia ai lavoratori della Nalco di Cisterna di Latina che sono in corso le trattative per acquisire l’impianto. Verrà convertito in fabbrica di blastiche bio. “Un progetto capace di proiettare l’impianto nel futuro”

Anagni, le sfide sul lavoro passano da qui

Da un lato l’entusiasmo per la nascita di un nuovo polo logistico green, dall’altro i timori dei lavoratori Avon che sono in sciopero. Altri tre progetti pronti a partire per altrettante piattaforme logistiche. Natalia: “un mix tra infrastrutture, ruolo dell’Asi, snellimento della burocrazia realizzato dal Comune”

Indotto Stellantis, cresce la preoccupazione

La rimodulazione degli assetti e degli organici spaventano molti lavoratori dell’indotto del Cassinate. E sullo sfondo c’è lo spauracchio dello sblocco dei licenziamenti. Il sindacato Flmu-Cub accendi i riflettori sulla questione con un presidio-volantinaggio: “Nessuno deve rimanere indietro”

Il Lazio locomotiva d’Italia sull’occupazione

In dieci anni crescita del 6,5%, quando la media nazionale è 1,7%. Nicola Zingaretti: “Un dato che premia le politiche di sviluppo messe in campo in questi anni”. E proprio queste parole spiegano le dimissioni da segretario del Pd e il fatto che non si candiderà per il Campidoglio. Ecco perché.