Legge elettorale

Il messaggio di Zingaretti sulla legge elettorale

Il presidente della Regione Lazio, rilanciando il proporzionale con soglia di sbarramento al 5%, ha lanciato un ponte nei confronti del Movimento Cinque Stelle, ma anche verso altre forze. È l’unico modo per cercare di arginare il centrodestra.

Vento di proporzionale, perché adesso si può

Il cambio di legge elettorale sarebbe gradito a Cinque Stelle, Forza Italia, ma anche a pezzi importanti del Pd e della Lega. Consentirebbe a tutti di essere alleati restando separati in casa. E in provincia di Frosinone potrebbero concorrere tutti i big. Basterebbe introdurre la preferenza.

Un tavolo urgente per incollare il centrodestra

Fratelli d’Italia e Forza Italia reclamano un Tavolo provinciale per sbrogliare la matassa ‘Sora’ Si riunirà d’urgenza già in settimana. Caschera non intende arretrare e conferma l’intenzione di candidarsi. Ma forse sotto c’è un gioco più sottile

Perché la legge elettorale regionale verrà cambiata

Quando si deciderà il nuovo sistema per Camera e Senato sarà impossibile non mettere mano anche ai meccanismi che regolano la composizione dei collegi e la rappresentanza per la Regione Lazio. A quel punto le ambizioni dei big saranno destinate a mutare.

L’altro Pd di Zingaretti. Quello del Lazio

L’altro Pd della Regione Lazio che è modello operativo contro il Covid e quello governista nazionale che frena Nicola Zingaretti. Con il semestre bianco che incombe, con il Rosatellum che domina e con il centrodestra in pole per vincere.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright