Giorgia Meloni

La Nostalgia Canaglia di Silvio Berlusconi, che sembra Pippo Baudo

Il fondatore di Forza Italia rivendica il merito di aver “inventato” il centrodestra sdoganando “fascisti” e Lega. Ma in realtà fa soltanto fatica ad accettare che oggi il leader è Matteo Salvini. L’anomalia vera è la mancata evoluzione degli “azzurri”, ormai costretti ad un tramonto senza squilli.

2 Condivisioni

Zingaretti, Di Maio , Renzi e Lombardi: il quadrilatero della… resistenza

Soltanto un accordo vero tra Pd e Cinque Stelle può provare fermare sul piano elettorale e politico la Lega di Matteo Salvini. Il laboratorio dovrebbe essere il Lazio, dove però lo “scannatoio” grillino è micidiale. Sarebbero “condannati” a stare insieme, ma fanno di tutto per aprire crepe e lasciare spazio soltanto all’ex Rottamatore.

2 Condivisioni

Lì dove il centrodestra è una corazzata. Nonostante Berlusconi

Il ruolo emergente di Fratelli d’Italia, la certezza della Lega, l’attivismo di Cambiamo. Ma anche il dinamismo positivo di Gianluca Quadrini, che sta rilanciando gli “azzurri”. A livello nazionale non si capisce cosa intende fare Berlusconi. Ma dalle nostre parti potrebbe essere perfino ininfluente.

2 Condivisioni

La disperata ricerca di un fortino semivuoto

Antonio Tajani continua a ripetere il vecchio slogan “l’unico leader è Silvio Berlusconi”. Intanto anche Mara Carfagna viene messa dietro la lavagna e di truppe se ne vedono sempre meno. Restano generali e colonnelli. Ma per fare cosa

2 Condivisioni

Tutti vogliono lo spazio di Berlusconi

Nonostante i sondaggi in discesa, Forza Italia resta strategica: agli “azzurri” guardano Giuseppe Conte, Matteo Renzi e Matteo Salvini. Il Cavaliere prova a resistere, ma alla fine potrebbe dare scacco matto a tutti se riuscisse davvero a fare un passo di lato e consegnare il “Centro” a Urbano Cairo.

2 Condivisioni