Michele Marini

Marzi fa pace con Marini: si candidano insieme

All’Assemblea Pd l’acclamazione per Domenico Marzi. E la pace con Michele Marini. I due ex sindaci tornano a fare squadra. Marini si candiderà con Marzi. E forse presenterà una civica. Ora partono gli sherpa. Verso i Socialisti, gli smerigliani e Mauro Vicano

Il tabù delle primarie per il Partito Democratico a Frosinone

Ancora una volta tornano in dubbio. Magari nel 2012 avrebbero evitato la frattura tra Domenico Marzi e Michele Marini, mentre nel 2017 avrebbero impedito l’isolamento di Fabrizio Cristofari. Ora, dopo la rinuncia di Marzi, occorre un candidato forte e unitario: al punto da superare ‘per acclamazione’ le Primarie.

De Angelis stufo del circolo cittadino del Pd

Il leader del Partito Democratico si è stancato della sezione frusinate del partito, che da dieci anni non riesce a venire a capo della situazione nel capoluogo. L’errore fu quello di consentire di “scaricare” Michele Marini senza prendere provvedimenti. Nell’ultimo anno pochissime riunioni e paralisi operativa. Cronaca di un fallimento annunciato

Nessuno scrive al candidato

Le ventiquattrore successive all’annuncio della candidatura di Vicano. Domina il silenzio. E non è un segnale incoraggiante. Ma fu lo stesso pure per Cristofari e Marini. Il silenzio di Schietroma. Le frustate di Pizzutelli. L’indifferenza nel centrodestra

Centrosinistra, ora a Frosinone scatta l’ultima chiamata

La posizione dei Socialisti di Gian Franco Schietroma mette in evidenza un solco incolmabile tra i due principali Partiti della sinistra non soltanto nel capoluogo ma nell’intera provincia. Inoltre, la sottolineatura delle difficoltà insormontabili nel rapporto con il Governatore Nicola Zingaretti aumenta il solco. Alla vigilia delle elezioni comunali di Frosinone dove emergono differenze sostanziali che nessuno sembra prendere sul serio

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright