Roberto Fico

Conte è morto. Viva Conte.

Cosa c’è dietro alla nomina di Fico. Chi vince e chi perde. Il muso di Zingaretti, le stampelle di Meloni, la smorfia di Grasso, il ciuffo di Zampetti, la criniera di Mattarella. Ma perché consente tutto a Renzi? Una spiegazione c’è

2 Condivisioni

Da Casaleggio (Gianroberto) a Casalino: la metamorfosi M5S

Non ci sono più tracce dei “duri e puri” all’interno dei Cinque Stelle. Sono diventati tutti situazionisti. Beppe Grillo è sparito, Luigi Di Maio arretrato, Alessandro Di Battista mai pervenuto davvero. Oggi a dare le carte sono Roberto Fico e Vito Crimi. Ma se Giuseppe Conte ottiene il terzo mandato diventerà lui l’intoccabile. E il simbolo di questa fase è il portavoce del premier.

2 Condivisioni

E se ne venisse fuori un Governo proprio Fico?

Consultazioni nel vivo e possibilità che si vada oltre l’ipotesi Conte ter. Perché Italia Viva affila la mannaia. E perché per un gioco di incastri il Presidente uscente della Camera pare l’unico collante di maggioranza. Di Maio permettendo.

2 Condivisioni

Accordo Pd – 5 Stelle, l’ultima spiaggia passa da Napoli

La candidatura a sindaco del capoluogo campano di Roberto Fico potrebbe dare la svolta. Ma perché il presidente della Camera dovrebbe farlo? Intanto però Nicola Zingaretti e Roberta Lombardi guardano all’evolversi della situazione. E perfino in provincia di Frosinone si abbozzano degli schemi.

2 Condivisioni