Massimo Ruspandini

La favoletta del centrodestra unito in Ciociaria

Se a Latina la contrapposizione tra lega e Fratelli d’Italia è chiara e visibile, in provincia di Frosinone sono i silenzi a fare la differenza. Con Francesco Zicchieri e Massimo Ruspandini che si evitano. Mentre Forza Italia va avanti per la sua strada. Ognuno pensa a come confermare la candidatura e i Comuni diventano tutti sacrificabili.

2 Condivisioni

De Donatis senza tessera punta a farsi rieleggere dal Centrodestra

Il sindaco di Sora fa scacco matto e annuncia il suo progetto personale per farsi sostenere dal centrodestra alle prossime elezioni. La reazione di Bruni: il candidato sindaco non può avere un Dna di sinistra. Faccia a faccia con il gruppo consiliare di FdI che ha richiesto indietro la delega ai Lavori pubblici. . Intanto Mario Abruzzese chiama Luca di Stefano. Che si scontra di nuovo con Lino Caschera.

2 Condivisioni

La Lega perde i giovani, che puntano il dito sui vertici

Le ‘young guns’ del Carroccio cassinate si dimettono in massa. Troppe ne hanno viste. Dai transfughi petrarconiani alla sfiducia a D’Alessandro che ha consegnato piazza De Gasperi a Salera. Con la ciliegina amara di Ciacciarelli e Gerardi che sotto l’abazia ‘non tirano’.

2 Condivisioni

Quelli di Forza Italia che dominano il centrodestra in Ciociaria

Negli “azzurri” continua l’operazione recupero di Fazzone: Patrizi si aggiunge a Quadrini, Piacentini, Natalia e Chiusaroli. Nella Lega Ottaviani e Ciacciarelli (con l’aiuto di Abbruzzese) si sono divisi le zone di influenza. In Fratelli d’Italia si muovono Pallone e Iannarilli.

2 Condivisioni

Uniti a livello nazionale, per conto proprio in Ciociaria

Lo strano caso del centrodestra locale. Nessuno si preoccupa davvero della coalizione. Non Francesco Zicchieri (Lega), non Massimo Ruspandini (Fratelli d’Italia), non Gianlca Quadrini (Forza Italia). Il risultato è rinunciare sul nascere a decidere sul territorio.

2 Condivisioni