Savo

Tutti i separati in casa in provincia di Frosinone

In Forza Italia in tanti aspettavano… Battilocchio. Ma non è successo niente e quindi si va avanti con la convivenza forzata. In Fratelli d’Italia prima o poi Iannarilli e Savo prenderanno atto che Ruspandini non concederà spazi. Nella Lega Ottaviani e Ciacciarelli si combattono come ai tempi degli “azzurri”. Nel Pd invece De Angelis e Pompeo sono abituati ad essere “divorziati”. Senza rancore.

La Lega malata che non cresce in Ciociaria

Le percentuali nazionali sono merito esclusivo di Matteo Salvini. Sul territorio invece in tanti sono andati via (tra i quali Forte, Savo, Palombo), altri non entrano (Piacentini, Mastrangeli, Tagliaferri), altri ancora sono stati messi ai margini (Amata, Patrizi). E in diversi non vogliono più entrare. Ma così il Carroccio è condannato all’irrilevanza in provincia di Frosinone.

Forza Italia, una storia di successi e di feroci contrapposizioni

Oggi che il Partito di Berlusconi è all’ennesima svolta storica annunciata, in provincia di Frosinone si cerca di capire quali saranno i futuri assetti. Ma intanto tornano alla mente le rivalità di questo ultimo quarto di secolo: Iannarilli-Pallone, Pallone-Abbruzzese, Iannarilli-Abbruzzese. Con Antonio Tajani che le gestiva.

Forza Italia, il lungo esodo che ha svuotato il partito

Da Alfredo Pallone a Mario Abbruzzese, passando per Riccardo Mastrangeli, Antonello Iannarilli e Nicola Ottaviani. Ma sono tantissimi gli esponenti “azzurri” che sono andati via o che stanno per farlo. Ma Silvio Berlusconi e Antonio Tajani non se ne sono accorti.

Donne (e che donne) e politica: il fronte delle pasionarie in provincia

Nella Lega Maria Veronica Rossi ha messo il turbo, ma deve guardarsi dal ritorno di Francesca Gerardi e Kristalia Rachele Papaevangeliu. Mentre nel Partito Democratico ce ne sono di attive per ogni componente. Nei Cinque Stelle Enrica Segneri e Ilaria Fontana sono distratte dal difficile momento del Partito. La fronda interna a Forza Italia

Scrivi europee, leggi candidature alle politiche

L’offensiva di Antonello Iannarilli e Alessia Savo in Fratelli d’Italia, la conta dei parlamentari locali della Lega, la linea del Piave di Antonio Tajani. Dopo il 26 maggio le percentuali definiranno i candidati del centrodestra a Camera e Senato.

Commissario della Lega, avanti un altro

In un anno sono stati avvicendati Kristalia Papaevangeliu, Fabio Forte e Carmelo Palombo. Oltre ad altri dimissionamenti eccellenti. Chi se la sente oggi di accettare il ruolo? Intanto Nicola Ottaviani aspetta che non sia rimasto più nessuno…

Sette posti per sette Fratelli

La raffica di adesione al partito di Giorgia Meloni rischia di restringere gli spazi: Massimo Ruspandini, Paolo Pulciani, Alessandro Foglietta, Antonello Iannarilli, Alessia Savo, Riccardo Roscia, Alessandra Mandarelli. Sicuri che ci saranno candidature per tutti?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright