Vito Crimi

Giuramento in silenzio. Ma ora Durigon e Fontana dovranno… urlare

Archiviato l’ultimo passaggio formale, adesso i segretari diventano operativi. Per Claudio Durigon (Lega) la mission è quella indicata dal Capitano Matteo Salvini: essere di Governo (a Roma) e di lotta (nei territori). Mentre Ilaria Fontana (Cinque Stelle) può entrare da protagonista nel Movimento di Giuseppe Conte. Assumendone la leadership in Ciociaria.

2 Condivisioni

Il ruolo di Conte e la scelta di Roberta Lombardi

Beppe Grillo ha affidato all’ex premier il compito di rifondare il Movimento Cinque Stelle. Ma il fondatore conosce le difficoltà. E torna alla mente l’esperienza di Stefano Parisi in Forza Italia. Per questo la partita in corso alla Regione Lazio sarà decisiva. Se la Lombardi entra nella Giunta Zingaretti cambierà verso alla storia del Movimento. Cosa succede in provincia di Frosinone.

2 Condivisioni

Il filo tra il risultato del 2018 ed i sottosegretari del 2021

Ilaria Fontana (Cinque Stelle) riporta la Ciociaria al Governo dopo 20 anni (la nomina di Gian Franco Schietroma negli esecutivi Amato e D’Alema). La Lega piazza ancora Claudio Durigon nei posti che contano. Questo perché tre anni fa trionfarono pentastellati e leghisti, anche dalle nostre parti. Pd e Forza Italia a bocca asciutta per gli errori commessi in questo territorio. Ma hanno riflettuto in tre anni?

2 Condivisioni

Il trionfo di Ilaria: al Governo con Durigon

Via ai Sottosegretari. Sorpresa Ilaria Fontana: a lei la delega simbolo del M5S. Durigon all’Economia. Zingaretti spedisce a marcarlo la donna dei conti nel Lazio, Alessandra Sartore. Battistoni all’Agricoltura. Il quadro completo

2 Condivisioni

Fischi e Fiaschi della settimana VII – 2021

Zingaretti si prepara all’ennesima stagione congressuale, in Ciociaria comanda sempre De Angelis. Pompeo pronto allo scontro. Nei Cinque Stelle sale Ilaria Fontana. Ma sarà la contrapposizione tra Lega e Fratelli d’Italia a caratterizzare i prossimi anni. Specialmente quella tra Ottaviani e Ruspandini.

2 Condivisioni

Cinque Stelle, la “fronda” chiama la scissione

I 15 no al Senato sono stati di più di quelli che si aspettavano. E ci sono anche 6 assenze non giustificate. Ora c’è attesa per il voto a Montecitorio, ma intanto Alessandro Di Battista raduna le truppe. In provincia di Frosinone Luca Frusone, Ilaria Fontana ed Enrica Segneri schierati con Crimi e Di Maio.

2 Condivisioni