Francesco Zicchieri

La carica degli uscenti che chiude tutti gli spazi

Tramontato il proporzionale, si va verso una conferma del Rosatellum. Dalla Lega a Fratelli d’Italia, passando per i Cinque Stelle: difficilissimo scalzare i parlamentari in carica. Mentre in Forza Italia Antonio Tajani vuole cambiare la musica.

2 Condivisioni

E li chiamano alleati

Dalla presidenza del Copasir alle dimissioni (che nessuno presenta) dall’ufficio di presidenza del consiglio regionale del Lazio. Fino ad arrivare alla candidatura alla presidenza della Provincia di Frosinone e alle comunali nel capoluogo ciociaro. Lega e Fratelli d’Italia sempre più lontani. E diversi.

2 Condivisioni

Brutta storia: dimissioni! Anzi, meglio no

Un post su Facebook mette in luce la momentanea distanza all’interno della Lega tra i due eterni amici Claudio Durigon e Francesco Zicchieri. Nel mirino il concorso di Allumiere e l’ufficio di Presidenza. Con due leghisti all’interno

2 Condivisioni

La centralità della Lega. Non necessariamente al… centro

“Ma perché non pensa all’Ilva?”. I fedelissimi di Salvini incalzano Giorgetti. Il Capitano sa che dovrà tenere duro fino all’elezione del capo dello Stato, ma è anche pronto al ribaltone (se servisse). Nel Lazio e in Ciociaria le garanzie sono Durigon e Zicchieri. Ottaviani studia attentamente l’evolversi della situazione.

2 Condivisioni

La Lega sterza a destra. E adesso Ottaviani che fa?

Matteo Salvini pronto allo strappo e all’uscita dal Governo Draghi. Il Carroccio non tocca palla in consiglio dei ministri e la linea rigorista allontana le riaperture. Il Capitano ha già deciso: prossime settimane decisive. Il coordinatore provinciale dovrà correggere la rotta, lasciano il centro.

2 Condivisioni