Lino Martellucci

Per mandare via Paola Villa hanno rinunciato a 2 milioni

Per mandare a casa il sindaco Paola Villa e la sua amministrazione, Formia ha rinunciato a 2,369 milioni di euro. Quelli che avrebbero riequilibrato il Bilancio. Lo rivela la relazione che farà scattare ora lo scioglimento del Consiglio. Le accuse del sindaco.

Ripartiamo vota No: il sindaco Villa verso le dimissioni

Il gruppo ‘Ripartiamo con Voi’ ha deciso: stacca la spina all’amministrazione del sindaco Paola Villa. Che nelle prossime ore potrebbe decidere di dimettersi. Andando ai tempi supplementari. Forza Italia farà da stampella? >Giovanni Costa ci pensa.

Villa sull’orlo del baratro, e per il bavero la tiene Costa

Un’intera giornata di incontri per decidere il futuro dell’amministrazione Villa. Si continua domenica. Il gruppo di Maurizio Costa è decisivo. Nelle prossime ore la riunione chiave. I tre scenari per il Consiglio di lunedì. E l’ipotesi azzeramento con rimpasto.

Di Gabriele fa il miracolo: accordo sulle commissioni

Il nodo delle commissioni consiliari di Formia viene sciolto con la mediazione del presidente del Consiglio comunale. Che però ora ha un’altra grana: è la maggioranza a scalciare. Verso un’assise cruciale sul bilancio e un numero legale in bilico. Appeso ai costiani.

Indipendenza certificata chiedesi: a mezzo Pec, sennò mollare Villa “non vale”

La crisi politica al comune di Formia va avanti ma trova fiutatore di trappole. Sulle commissioni consiliari si chiede un rimpasto, ma il presidente d’Assise Di Gabriele stringe in angolo i separatisti: “Certificate che non state più con Villa e ne riparliamo”. Poi convoca il Consiglio per il 28.

Inizia la rappresaglia: è paralisi nella Commissione

Primi effetti dello sfaldamento della maggioranza Villa a Formia. Dopo il mancato chiarimento di lunedì gli ex compagni di cordata disertano le Commissioni. Braccio di ferro per imporre al sindaco un cambio di rotta. Non le dimissioni

Ultima chiamata di Costa a Villa: resetta e ripartiamo

Crisi al comune di Formia: Costa tiene accesa la linea del dialogo la prima cittadina. E le offre un salvagente. A patto che azzeri tutto e dia un segnale di rottura con la vecchia giunta. Senza salvataggi ad personam che porterebbero con sé i fallimenti dell’ultimo biennio.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright