Io speriamo che me la cavo: ansia per la pattuglia ciociara

I parlamentari locali della Lega continuano a confidare nel Capitano, ma la paura di logorarsi all’opposizione c’è. Nei 5S si teme la “nostalgia canaglia”. E nel Pd finalmente si torna a… casa: zingarettiani e renziani, c’è posto per tutti. Da De Angelis a Scalia. In Forza Italia le carte le daranno Tajani e Fazzone. Che fine hanno fatto i “totiani”?

2 Condivisioni

Renzi infierisce su Salvini e lancia un messaggio chiaro a Di Maio e Zingaretti.

Il senatore del Pd è il vero vincitore di questa crisi di Ferragosto. Al ministro dell’Interno dice: “Noi siamo contenti che finisca l’esperienza fallimentare di questo governo populista”. Poi aggiunge: “Non farò parte di un eventuale Governo tra Cinque Stelle e Pd”. Ignazio La Russa (FdI) chiede il voto. Dietro di lui si vede Massimo Ruspandini.

2 Condivisioni

Conte demolisce Salvini e si dimette. Finito il Governo pentaleghista

Durissimo j’accuse del presidente del consiglio nei confronti del ministro dell’Interno e leader della Lega: “Ha agito per interessi personali e di partito”. Gelo tra Salvini e Di Maio. Gli applausi dei Cinque Stelle e le proteste del Carroccio.
Claudio Durigon nei banchi dell’esecutivo, Francesco Zicchieri in piazza.

2 Condivisioni