Carlo Calenda

Demos fa quattro passi nel grande discount Pd

All’assemblea di Demos partecipano nomi storici del Partito Democratico. Che hanno più d’un motivo di risentimento. E potrebbero essere i pilastri di un assalto alle Regionali. Calenda mette il carico sulla briscola di Renzi: si a D’Amato. Zingaretti con l’elmetto

Il siluro di Conte sul Campo Largo: M5S da solo nel Lazio

Giuseppe Conte verso la vendetta finale sul Pd. Nel Lazio andrà da solo. Ipotesi Marino o Fassina. Per sgretolare i Dem e portare le macerie sul suo fronte. E creare un partito contiano non grillino. L’assessore D’Amato il 10 al Brancaccio annuncia la sua candidatura. E Calenda potrebbe sostenerlo. Una decisione che passa sulla testa dei livelli regionali

Regionali, Pd verso l’alleanza senza veti

La Direzione Regionale Pd traccia la rotta per le elezioni. I messaggi in codice. Le posizioni e gli interventi. I dettagli dimenticati. La sensazione che il problema abbia nomi e cognomi. E la soluzione stia proprio nel Lazio

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright