E’ la stampa, bellezza (i titoli di martedì 25 IV 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Un mese senza verità
Omicidio Morganti. A trenta giorni dal massacro di Emanuele ancora poche certezze. Intanto emerge che Mario Castagnacci voleva vendicarsi di alcune offese alla sorella

SINOSSI
È trascorso un mese dall’omicidio di Emanuele Morganti. Un mese di dolore, ma anche di indagini serrate. Perché la verità è ancora lontana. Nonostante i tre arresti e i cinque indagati, si continua a indagare. Restanotanti i misteri sul delitto. Tutte le ipotesi in campo sono ancora valide: dallo scambio di persona al tentativo di affermare il primato sul territorio, fino alla vedetta. Il movente, del resto, resta sconosciuto. Mentre l’arma usataper massacrareEmanuele non è stata recuperata. Per questo continuano gli accertamenti tecnici, ultimo dei quali quello sui telefonini dei primi due arrestati e gli interrogatori. Intanto emerge che Mario Castagnacci voleva lavarenel sangue le offese subite dalla sorella qualche tempo prima. E ieri il padre Mario si è sposato.

 

I ladri fanno chiudere la chiesa

Castrocielo Ignoti rubano in pieno giorno il candeliere con le offerte dalla parrocchia di San Rocco. Don Natalino nell’omelia invita i cittadini a parlare. E cambia gli orari in cui il luogo di culto potrà restare aperto

 

Primarie dei Democrat: i big spingono Renzi

Gli interventi dei senatori Scalia e Spilabotte. L’ombra del flop sull’affluenza incombe sia a livello nazionale che provinciale. Ma in Ciociaria il termine di paragone in cosa consiste? Inevitabilmente nel confronto con le primarie del 2013.

 

Debito milionario, una cordata di banche per l’Unicas

Il rettore lo aveva detto già ol- tre un mese fa: «Sarebbe bello che gli istituti di credito locali facessero squadra per sostenere il territorio». Quello che poco più di un me- se fa era un semplice auspicio, oggi potrebbe trasformarsi in realtà. Il piano di rientro del maxi debito è difatti alle battute finali.

 

Tifosi tentano di aggredire l’arbitro

L’episodio si è verificato durante la partita di basket tra Fmc Ferentino e Casale Monferrato. Denunciati un ventottenne e un quarantunenne. Nei loro confronti anche la proposta di emissione del Daspo

 

Tutti uniti per trascinare il Frosinone al successo

Serie B Alle ore 15 al Comunale i canarini ospitano lo Spezia. Una gara da vincere per credere ancora nel secondo posto

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Dario Facci)

Crediamoci tutti
Oggi contro lo Spezia il Frosinone alla caccia di tre punti fondamentali. Il presidente Stirpe sollecita la compattezza di squadra e piazza. Ribadita la fiducia incondizionata al tecnico Marino

SINOSSI
Per l’atteso incontro contro i liguri – oggi alle ore 15 allo stadio Matusa – centrocampo solido con Gori, Frara e Maiello centrali. In attacco ballottaggio tra Ciofani e Mokulu. I canarini non vincono ormai da cinque turni. E cinque sono i turni

 

Inchiesta sulle patenti facili: in 24 finiscono davanti al Gup

‘Pay to drive’, chiesto il processo per i ‘furbetti’ che hanno ottenuto il titolo di guida. L’udienza è stata fissata al prossimo 27 settembre

 

Panico per una fuga di gas

Ferentino. Tubo tranciato in via Ponte Rovescio

 

La Provincia, la candidatura e il Comune

Antonio Pompeo, Presidente della Provincia e Sindaco di Ferentino. Sulle candidature alle Regionali e Politiche: “Sono un amministratore e il mio compito è dare risposte ai cittadini nella concretezza quotidiana, procedo giorno per giorno”. “Le Province hanno dimostrato di essere enti essenziali, ora sono anche virtuosi e meritano più attenzione”

 

«Il bilancio è a posto, vado avanti»

Torrice. Il sindaco Alessia Savo replica alle accuse della minoranza

 

Un milione per la frana

Isola del Liri. I La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo per Valcatoio. Presentata la richiesta di finanziamento in Regione per mettere in sicurezza il versante a monte della scuola

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Viadotto “Biondi”: dopo 4 anni ecco i lavori
La Regione ha affidato l’opera all’impresa Cipriani: ripristino da ultimare entro 585 giorni

SINTESI
Più di quattro anni, tante promesse, intoppi e scadenze slittate. Alla fine dalla Regione è arrivata l’aggiudicazione definitiva per i lavori di ripristino del Viadotto Biondi (franato nel marzo 2013) per una cifra pari a 1 milione e 341 mila euro più Iva. Salvo intoppi, gli interventi regionali partiranno
con oltre un anno di ritardo rispetto agli annunci. L’ultimazione dei lavori non potrà superare i «585 giorni naturali e consecutivi» dalla firma del contratto.

 

La ministra in visita all’Università

Il 16 giugno Valeria Fedeli sarà a Cassino, come promesso tre mesi fa al rettore, per incontrare i docenti e gli studenti. L’intera governance dell’ateneo è al lavoro per limare la bozza del documento di rientro del maxi debito con l’Inps

 

Sorpresa: la «Palitalia» è stata acquisita da una società turca

La Mitas Poligon Demis Celik Endustrisi, leader mondiale nel campo Siderurgico, ha acquistato per 4.790.000 euro il sito di Anagni. I sindacati hanno chiesto un incontro con la proprietà per conoscere il piano industriale. Previste 40 assunzioni

 

Vigili, nomina del comandante: Comune condannato

Il commissario prefettizio nel 2009 aveva confermato alla guida della polizia locale di Pontecorvo il tenente Domenico Gelfusa, ma nel 2011, con la giunta Notaro, fu nominato un nuovo comandante (Luigi Dichiaro): ora il giudice del lavoro del Tribunale ha ritenuto carente di motivazione la procedura
di nomina.

 

Stirpe «La A? Crediamoci tutti insieme»

Appello del patron Stirpe alla vigilia di Frosinone-Spezia: «Per la promozione diretta in SerieA e nulla è
perduto, ma dobbiamo crederci tutti insieme E, poi, ci sono sempre i playoff».

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Il freddo «uccide» l’agricoltura
Economia. Danni ingenti tra i campi. Coro unanime per il riconoscimento dello stato di calamità e avere contributi straordinari. Le gelate degli ultimi giorni compromettono la stagione del kiwi, in ginocchio anche i produttori di vino. Appello al ministro

SINTESI
Sono stati soltanto tre i giorni di freddo inaspettato nella provincia di Latina e nei Comuni limitrofi. Purtroppo, però, sono stati sufficienti per mettere in crisi un’intera stagione di raccolta, soprattutto per due produzioni che rappresentano il fiore all’occhiello di un territorio che abbraccia gran parte delle province di Latina e Roma: quelle del kiwi e del vino. Le gelate registrate tra il 19 e il 21 aprile scorso hanno infatti causato più danni del previsto. Le difficoltà sono grandissime: vigneti e campi coltivati a kiwi sono stati letteralmente “bruciati”dal freddo. Di conseguenza, tanti Comuni e le associazioni di categoria hanno chiesto il riconoscimento dello stato di calamità e fatto appello al ministro Martina.

 

Urbanistica, stop alle varianti

San Felice Circeo Colpo di spugna dell’amministrazione comunale sui progetti approvati negli anni passati. La decisione alla luce della revisione generale del piano regolatore

 

Rissa furibonda di fronte al bar

Sezze I fatti ieri notte in via Variante. Sul posto tre ambulanze e i carabinieri: raccolte testimonianze e acquisiti i video. Gruppi rivali si affrontano in strada: feriti due contendenti. Uno di loro ricoverato al San Camillo

 

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

I conti senza l’hostess
Fallitalia La dirigenza puntava sull’ennesimo accordo-ricatto. Ma i dipendenti a sorpresa dicono no. Ora lo spettro del fallimento

 

«Mia figlia vincerà grazie ai compagni»
Intervista esclusiva a Jean Marie Le Pen. «Piuttosto che Macron, la sinistra vota lei»

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

I piloti kamikaze fanno saltare Alitalia

No al referendum. Il personale di volo boccia il piano di ristrutturazione. Crac vicino. Trump a Gentiloni: più soldi alla Nato

 

La Francia verso un «Nazareno». Mercati in festa
Macron, secondo tutti i sondaggisti in
netto vantaggio al secondo turno sulla sfidante Marine Le Pen, dovrà comunque affrontare un altro scoglio: le elezioni politiche del prossimo giugno. E molto probabilmente, per poter governare, dovrà scendere a patti con i Repubblicani di Fillon.

 

 

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Lo scandalo della Guardia costiera che non fa la guardia ai clandestini
Sotto asccusa i controlli in mare. Le Ong, accusate di favorire gli scafisti, operano d’intesa con le nostre vedette. La commissione del Senato vuol vederci chiaro: convocato l’ammiraglio. Intanto Fabio Fazio ospita in tv il cantante che insulta gli italiani

 

Anche i piloti votano per far fallire Alitalia
Al referendum prevale il No al piano di salvataggio. Tensione al governo, arriva il commissario

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright