Claudio Moscardelli

Tomao fa tana al Pd: “Basta fare gli struzzi”

Il Pd non decide. Se schierare in lista il suo ‘mister preferenze’. Che però è indagato nell’ambito della concorsopoli. Domenica mattina riprende la Direzione allargata al commissario provinciale ed al Segretario Regionale. Tomao dice: “Prima la famiglia, poi la politica. Soprattutto se non ha il coraggio di fare una scelta”

Nel Pd si apre la ‘questione morale’

Il Pd si riunisce nelle prossime ore. Rimette in discussione l’appoggio alla rielezione del sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli. Ma soprattutto ha il problema dei candidati: se schierare o no chi è indagato in Concorsopoli

Il Commissario convoca il Pd: ora il congresso

Il commissario provinciale del Pd di Latina riunisce a Roma i dirigenti dei circoli di Latina, Formia, Pontinia e Minturno. Il caso Formia “Merita un approfondimento”. Pd verso l’addio al simbolo a Latina.

Il Pd a Latina e Sezze e il senso di se stessi e il silenzio sull’”ideale”

È dannatamente attuale il monologo che Gigi Magni fa fare a Nino Manfredi nell’insuperato ‘Nel nome del Popolo Sovrano’. Il Pd è stato investito da vicende brutte. Ma si deve imparare dagli errori non fuggirne, devi pensare la tua comunità non come comunità di santi ma insieme di erranti. Uniti da un ideale. Quello che sta venendo meno

Moscardelli ai domiciliari, si dimette da Segretario Pd

Gli arresti del Segretario provinciale Claudio Moscardelli. Le immediate dimissioni da ogni incarico nel Pd. L’accusa di avere raccomandato due dei candidati al concorso Asl. E di avere spinto, in cambio delle domande d’esame, per la promozione del presudente della commissione

La rivolta di Carta che scuote il Pd

Cosa c’è dietro al documento inviato al Nazareno. Contro Astorre e Moscardelli. E la rotta data al Pd che si avvia alle elezioni Comunali d’autunno. Il casus di Formia. La mossa di Carta E le ruggini antiche

La scomunica di Astorre: niente simbolo al Pd

Inibito l’uso del simbolo Pd alle elezioni di Formia. Il Segretario regionale Bruno Astorre contesta la violazione dello Statuto. Non una parola sulla linea presa dal circolo cittadino. Ma di fatto è una sconfessione. Magliozzi non potrà né impegnare il Pd né rappresentarlo nelle trattative.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright