Non si può avere tutto, non si può avere subito, ma…

Senza ricevuta di ritorno. La raccomandata del direttore su un fatto del giorno. Siamo su un torpedone vecchio e pieno di debiti nel portabagagli. Non possiamo pretendere di farci i Gran Premi di Formula 1. Anche se...

Clicca qui per ascoltare

Immaginate di guidare un’auto, in pianura ed a 90 all’ora; a seconda del modello, il tempo di arresto in caso di frenata è in pochi metri. Ora immaginate lo stesso percorso e la stessa velocità ma al volante di un camion con rimorchio a pieno carico: il tempo di frenata è molto più lungo perché c’è il peso del carico a portare ulteriore spinta.

Guidare un camion è diverso dal farlo con una macchina, anche per questo occorrono professionisti al volante.

Per lo stesso motivo, guidare un intero Paese è diverso dal guidare qualunque altra esperienza amministrativa possiamo avere fatto. Sia detto a vantaggio di quelli che fanno il presidente del Consiglio dei Ministri stando seduti non a Palazzo Chigi ma al Bar dello Sport.

E sia detto anche a vantaggio di tanti che stanno seduti a Montecitorio. Poco competenti nella guida del più grosso camion che possa esistere, siccome finora hanno visto in televisione qualcuno che portava il triciclo, pensano di essere camionisti.

Non si può reclamare tutto

Così, hanno presentato centinaia di proposte di correzione ai conti dello Stato che tra poco passeranno al voto di Camera e Senato. Con realismo, la commissione Bilancio ha fatto una certa scrematura ed il Governo ha tentato di dare una sua impronta.

Poi però è arrivata la Ragioneria dello Stato. Dicendo: voi potete decidere ciò che volete ma dovete dire dove prendete i soldi per farlo. Poco alla volta sta saltando quasi tutto della manovra.

Si sta realizzando la profezia fatta da Mario Draghi a Giorgia Meloni: tocca il meno possibile, dal nuovo anno inizierai a dare una tua impronta. Con ogni probabilità finirà così. Questione di tempi: la frenata decisa adesso arresterà il camion solo tra molti metri. Vale lo stesso per lo Stato: una decisione presa ora avrà effetto nel tempo.

Per questo, occorrono due cose: che chi sta al volante si renda conto che non sta guidando per far divertire i passeggeri ma per portarli sani e salvi nel posto migliore.

E serve che i passeggeri si rendano conto che non stanno su un’auto di Formula 1 ma su un torpedone carico di debiti accumulati nei decenni. E per questo non possono pretendere, chiedere tutto, reclamarlo subito. Non sarebbe serio.

Post Scriptum

Proprio per questo è ancora più rilevante l’emendamento messo a punto da un parlamentare della provincia di Frosinone che consentirà di raddoppiare gli ospedali in molte località d’Italia. Tra cui Frosinone, Cassino, Formia.

Ed è ancora più rilevante che per la prima volta sia toccato ad un parlamentare della provincia di Frosinone illustrare per oltre 30 minuti in Aula quella manovra. Come è stato chiamato a fare il deputato Nicola Ottaviani.

Senza Ricevuta di Ritorno

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright