Fico

Il gioco di Conte, la fine di Di Maio e la strategia di Zingaretti: si riparte da Fico

La svolta dalla riunione preparatoria del G7 a Biarritz. Le frasi di Giuseppe Conte. Che demoliscono il progetto di Di Maio. Impossibile il ritorno con la Lega: mancano i numeri. Perché Zingaretti ha commentato “Stanno ancora giocando”. Il via libera a Roberto Fico. Conte può trasformare il M5S in Partito

I regolamenti di conti che la crisi ha aperto

La crisi apre una serie di regolamenti di conti interni ai Partiti. Nella Lega i nordisti criticano Salvini. Nel M5S la rivincita di Lombardi e Fico su Di Maio. In Forza Italia Berlusconi può fare piazza pulita dei Sovranisti: la resurrezione di Letta. E nel Pd…

Pd, la pazza idea a Cinque Stelle di Nicola Zingaretti

INCONFESSABILE RETROSCENA – L’ordine è perentorio: “farla pagare” a Matteo Salvini, cercando di trovare i numeri per un altro Governo. Ce li hanno soltanto Democrat e pentastellati. Il prezzo da pagare sarebbe lo strappo di Renzi e Calenda, ma a quel punto Zingaretti potrebbe allearsi con un’altra forza di sinistra. E se anche non dovesse riuscire il “ribaltone”, ci sarebbe una piattaforma diversa.

Le alchimie della politica nel Paese sull’orlo del baratro

La Lega lavora per elezioni anticipate, i Cinque Stelle sono divisi nella strategia, Pd e Forza Italia valutano il da farsi, il Capo dello Stato non vorrebbe sciogliere le Camere ma dipenderà dagli scenari. L’ipotesi di un Governo tecnico e il possibile “massacro” dei mercati.

Nessuno sfiducia Di Maio: non per salvarlo, bensì per logorarlo

Il capo politico sempre più isolato anche in caso di conferma della fiducia. Intanto i quattro incarichi che ricopre contemporaneamente sono troppi. Craxi e De Mita ne avevano soltanto due. Infine, emerge la solita logica dello scaricabarile sull’anello più debole. Vuoi vedere che la colpa è tutta di Rocco Casalino?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright