Contro Acea un comitato più… Severo

Contro Acea scende in campo un comitato nuovo e più… Severo. Anzi: un comitato che più Severo non si può, dal momento che a fondarlo è stato Severo Lutrario.

E’ stato lungo anima di vari movimenti per l’acqua pubblica, il raffinato scardinatore di tanti cavilli messi nel contratto che lega gestore e utenti. Grazie ai suoi ricorsi, in tanti hanno potuto impugnare con successo le bollette. Poi c’era stata la rottura e la decisione di lasciare i gruppi organizzati. (leggi qui l’uscita di Lutrario ) Sullo sfondo, l’accusa mossa da Lutrario d’avere tirato i remi in barca proprio nel momento decisivo. Cioè appena strappato il contratto con Acea, quando c’era da spronare i sindaci per creare una società pubblica con cui gestire l’acqua al posto di qualsiasi multinazionale.

Ora Severo mette in campo un nuovo comitato spontaneo. Si chiama Acqu@zione – Gruppo per il Diritto all’Acqua, la Giustizia, la Partecipazione e la Felicità.

L’annuncio lo ha fatto dalla sua bacheca Facebook. E si è tolto anche qualche sassolino dalla scarpa.

«Chi ha detto – scrive Lutrario – che con la mia uscita il comitato provinciale non c’era più? Io certamente no, ma il bisogno di qualcuno di uscire dalle nebbie del “proprio scontento” per affermarlo la dice lunga, molto lunga. (…) Come temevo, alla ferma dichiarazione di “resistenza in vita” non è seguito nulla». 

Segue l’elenco dei tre fronti principali:

«Procedura di risoluzione del contratto Acea, Nuovo affidamento: Elettroencefalogramma piatto.
Applicazione legge regionale 5/2014 (quella sulla gestione pubblica delle acque): Elettroencefalogramma piatto.
Giunta Raggi / Acea S.p.A. – Elettroencefalogramma piatto».

A tutto questo segue il commento «Bene, signori, in nome dell’acqua pubblica, continuate a farvi i ca… vostri, Acea ringrazia».

Che la sua uscita dai Comitati non fosse stata indolore era chiaro. E nel post vengono messe in chiaro alcune cose: «a) Contrariamente a quanto è sempre avvenuto nelle mailing del Forum dei Movimenti per l’Acqua da cui non è mai stato escluso nessuno, come primo atto sono stato cancellato dalla mailing del gruppo. b) Inoltre, immediatamente sono stato cancellato da amministratore di questo gruppo. Chi sono gli amministratori? Allora c’è chi lo ha attivato fisicamente ma che non si vede nel comitato da oltre due anni. C’è Maurizio che non ricordo abbia partecipato ad una sola riunione dall’estate scorsa. E c’è Luisa che dalla prima metà di dicembre non solo ha evitato accuratamente di farsi vedere ma non ha sistematicamente risposto alle telefonate».

Proprio per questo «mi vedo costretto a costituire un nuovo gruppo Facebook, dove nessun democratico stalinista mi potrà imbavagliare e cancellare».

Nasce così il gruppo Acqu@zione.  Per fornire notizie, valutazioni, iscrizioni, anche in relazione alla questione reclami. «Quelli fatti sino ad ora – tutti predisposti da me sin dal 2008 – vanno bene. Dato che non posso e non voglio garantire nulla in relazione all’attività degli attuali sportelli».

Le acque, da domani, si faranno un po’ più agitate.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright