Giulia, Stelvio e le medicine portano in alto l’economia del Lazio secondo Fitch

Lo stabilimento Fca di Cassino con il suo indotto ed il polo farmaceutico di Anagni – Latina trascinano verso l’alto l’economia del Lazio. Lo dicono i numeri dell’agenzia di rating Fitch che oggi ha reso pubblico il nuovo rapporto sul merito di credito della Regione Lazio.

Il Pil del Lazio è cresciuto dell’1,5% nel 2016. E la crescita è stata trainata dalla farmaceutica e dal settore auto.

Lo stato di salute dei conti: Fitch conferma il giudizio “BBB” con profilo stabile.

Fitch, nella nota di aggiornamento, evidenzia che gli importanti risultati ottenuti dalla Regione Lazio per raggiungere l’equilibrio di bilancio sono stati favoriti da una politica attenta al controllo della spesa, in particolare quella sanitaria.

L’agenzia prevede che il trend consenta di perseguire nel 2017 l’obiettivo di equilibrio anche delle gestioni sanitarie, a fronte di un disavanzo che nel 2011 si attestava all’8%.

Nella nota di aggiornamento, l’agenzia riporta l’esito di un’analisi di benchmark relativa agli ultimi anni. L’analisi è stata effettuata comparando le performance di bilancio della Regione Lazio a quelle di altri enti locali di pari livello del panorama internazionale. Non sono stati scelti a caso bensì’ tra quelli a cui l’Agenzia attribuisce lo stesso merito di credito della Regione.

In base alla comparazione, in particolare, secondo Fitch la Regione Lazio ha migliorato il proprio rapporto tra equilibrio corrente di bilancio ed entrate correnti dal 3% del 2012 all’8,2% del 2016. E’ un dato in controtendenza rispetto al benchmark di riferimento.

Il Lazio ha inoltre migliorato il proprio risultato di bilancio, calcolato in rapporto al totale delle entrate, dal -10 per cento del 2011 al 3,85 per cento del 2016.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright