Klopman, il futuro è a Frosinone

Nessun rischio di chiusura dello stabilimento Klopman di Frosinone. E nemmeno di trasferimento della produzione o di indebolimento industriale dell’impianto. Lo ha ribadito l’amministratore delegato Alfonso Marra nel corso di quasi due ore di confronto. con il sindaco Nicola Ottaviani. E’ avvenuto in mattinata nel municipio del capoluogo.

Il sindaco aveva sollecitato con urgenza il confronto dopo avere letto le ipotesi circolate nei giorni scorsi durante una riunione sindacale.

Klopman International appartiene da oltre otto anni ad un imprenditore indiano tramite la società Mw Corporation. L’operazione di acquisizione era stata finanziata dalla Exim Bank of India: la banca nazionale indiana che sostiene gli investimenti all’estero. Nell’ultimo anno la Mw ha chiesto alla Exim di rinegoziare il debito, abbassando le rate ed allungando gli anni per il rientro. La banca ha risposto prendendosi le azioni che erano a garanzia del prestito. E preparandosi a collocarle sul mercato.

Nel corso del confronto tra sindaco e management Klopman è stato confermato che tra i possibili acquirenti c’è la Tdv. E l’industria francese principale concorrente dell’azienda tessile i Klopman.

Ma è stato messo in chiaro che questo non significa in alcun modo smantellamento del sito frusinate. Infatti Tdv è una global company, con interessi in vari settori industriali. E’ un gruppo industriale storico, nato nel XIX secolo quando le famiglie Coisne e Lambert crearono la loro prima fabbrica tessile ad Armentières, nel nord della Francia, per la produzione di tessuti e stoffe.

Marra ha ribadito che Klopman è sana, ha commesse importanti, il suo futuro industriale non è a rischio. E che l’eventuale acquisizione da parte di Tdv è una possibilità.

Soprattutto, il settore industriale di Klopman è complementare a quello di Tdv, interessata in questa fase agli utili che potrebbe portare lo stabilimento frusinate e non alla sua produzione.

Ottaviani ha ribattuto che non verranno tollerate operazioni come quella che ha visto protagonista Videocon, dissanguata fino alla sua estinzione. Al fine di rassicurare il Consiglio comunale, mercoledì ci sarà un’audizione del dottor Marra di fronte alla Commissione Industria – Commercio – Finanze del Comune di Frosinone, allargata ai capigruppo di maggioranza e di opposizione. Verranno illustrate la situazione attuale, lo stato di salute dell’azienda, il piano industriale.

Leggi qui tutti i precedenti
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright