Frosinone, la pazza idea è Catellani. Bertoncini è un caso

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

 

di GIOVANNI LANZI
Giornalista temporaneamente senza carta

 

 

CALCIOMERCATO / L’attaccante del Carpi è un pallino dai tempi dello Spezia. Intanto Bertoncini è un caso: rifiutato il Trapani
Frosinone, la pazza idea è Catellani
Si continua a lavorare per lo sloveno Krajnc della Samp e Fiamozzi del Genoa. Il Bari spinge per Floccari. Perugia su Galabinov

 

Un nome nuovo e un caso. Partiamo dal caso: Davide Bertoncini, da Frosinone a Trapani andata e ritorno. Dalla fumata grigia, a quella bianca per arrivare a quella nera nel breve volgere di un giorno. Rimane in attesa di giudizio, nel senso che dopo il no al club siciliano che aveva proposto un biennale, adesso sarà il giocatore e il suo agente a dover proporre una soluzione. Ci sarebbe stato un interesse del Parma ma i ducali al momento sono un porto di mare.

Il nome nuovo per il Frosinone invece è l’attaccante esterno-trequartista del Carpi, Andrea Catellani (‘88), sul quale c’è in agguato mezza serie B. Il club giallazzurro ha effettuato un tentativo. Anche Catellani – come l’attaccante Mokulu, ormai giallazzurro al 99%, con Cocco – che è pronto a compiere il viaggio verso Avellino – è un pallino del presidente Stirpe fin dai tempi della militanza nel Modena. Poi Catellani passò allo Spezia, club che non badò a spese.

Catellani dal punto di vista tecnico è il classico giocatore, dotato di piedi sopraffini, in grado di spaziare su tutto il fronte d’attacco ma anche di infilarsi tra le linee. Un titolare potenziale, quindi.

Questo che significa? Per ora nulla. Anche se non va mai dimenticato che il Frosinone deve resistere alle tentazioni per Federico Dionisi che arrivano dai soliti Palermo (ma nessuna richiesta ufficiale ci sarebbe stata, in perfetto stile-zampariniano) ed Empoli senza considerare che Dionisi è un obiettivo del patron Sebastiani del Pescara. Che, nonostante una classifica tragica, ci proverà fino all’ultima ora di mercato.

Ma il bomber giallazzurro ha un nome anche Oltralpe ed è da lì che potrebbero materializzarsi contatti quando partirà il vero valzer delle punte. Valutazione non meno di 5 milioni di euro per un uomo-squadra come il reatino. Intanto la partenza di Catellani dal Carpi – sul giocatore ci sono, in fila indiana, anche Spal e Verona – è però condizionata dalla partenza di Lasagna che piace in serie A a Lazio e Sampdoria (e ci sarebbe anche per lui un club estero) ma Castori non vorrebbe privarsene almeno fino a giugno per ricostituire la coppia del gol con Jerry Mbakogu, cavallo di ritorno dalla Russia.

Sempre vivo l’interesse per il difensore centrale Luka Krajnc (come riportato su queste colonne il 3 gennaio scorso), classe ’94, sloveno che il Cagliari ha dato in prestito alla Sampdoria. Krajnc fu un obiettivo del Frosinone anche nella sessione estiva del mercato ma non c’erano le condizioni. Sul centrale ci sono anche il Cesena, Brescia (che vorrebbe anche l’ex canarino Terranova, ora al Sassuolo), Crotone e Monaco 1860. Frosinone è destinazione graditissima. Lo sloveno ha giocato solo una volta, nella Tim Cup e proprio contro la sua ex squadra, il Cagliari. Tutto dipenderà anche dall’accordo che troveranno i rispettivi direttori sportivi dei club che si dividono il suo cartellino, vale a dire Capozucca e Osti.

La Samp vorrebbe colmare l’eventuale partenza dello sloveno con l’arrivo del bolognese Marios Oikonomou (’92).

Il ds giallazzurro, Giannitti, nel frattempo è tornato ‘sul luogo del delitto’ ed ha rispolverato il nome del giocatore cercato in estate. Ci sarebbe anche un accordo sulla formula: prestito con obbligo di riscatto fissato a poco meno di 2 milioni di euro in caso di promozione in A. Il club giallazzurro ragiona su questo aspetto.

Per mera cronaca (al momento), in casa blucerchiata si attende anche il ritorno in campo del terzino sinistro Pavlovic, ex canarino che il Frosinone cercò a lungo prima che il bosniaco naturalizzato svizzero decidesse di restare in A ed accettare le proposte della Samp ma un infortunio al ginocchio lo ha tenuto fuori 4 mesi (si fece male contro la Roma, l’11 settembre): ora Giampaolo vuole valutarne l’affidabilità. A sinistra il Frosinone ha Crivello (non va ad Avellino) e Mazzotta.

Passiamo dalla sponda blucerchiata a quella rossoblu di Genova per un’altra trattativa che chiama in causa il Frosinone. Si stringe infatti per l’arrivo dell’esterno destro dei grifoni Riccardo Fiamozzi (’93) (un’altra indiscrezione di queste colonne, datata 2 gennaio scorso), con la formula classica del prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione in serie A. Battuta la concorrenza del Pescara.

Infine Robert Gucher: nessuna nuova vera per lui. L’Avellino lo vuole, il Vicenza lo vorrebbe. Col rischio di diventare come la ‘sora Camilla’, tutti lo vogliono e nessuno se lo piglia.

LE ALTRE – Nuovo difensore in arrivo per il Novara di mister Boscaglia. Si tratta di Marco Chiosa, classe 1993, di proprietà del Toro e in prestito al Perugia.

Confermato quanto vi abbiamo anticipato nelle scorse ore, Danilo Pagni è il nuovo direttore sportivo della Ternana.

Perugia scatenato. Sta per prendere il centrocampista classe ’95, Fazzi, del Crotone. Ma è piombato sul portiere Brignoli (’91), che la Juventus sta per riprendere dal prestito nella Liga spagnola, al Leganes.

Infine c’è un duello con il Novara per Scozzarella (’88) del Trapani che come detto non ha ufficializzato l’ex canarino Bertoncini. Trapani che – con la cessione di Ferretti al Feralpi Salò – deve capire se un attaccante come il bolognese Robert Acquafresca – ingaggio da serie A – possa far comodo alla missione-salvezza.

Il Pisa del nuovo corso del patron Corrado si scatena. Nel mirino c’è De Luca, attaccante esterno del Bari, ma anche la punta Donnarumma della Salernitana. Piacciono anche due ex canarini, Masucci dell’Entella che però è stato dichiarato incedibile, e il difensore Blanchard che ha ricevuto un’offerta importante da circa un mese da parte del Benevento e che piace anche a Verona e Vicenza mentre nelle ultime ore si sarebbe fatta sotto anche la Salernitana che lo cercò già tre stagioni fa.

Al ds Fabiani piace anche il centrocampista degli emiliani Crimi. Nel mirino del Pisa anche Fornasier. In mediana l’obiettivo è Cinelli del Cesena, anche lui blindatissimo, e il baby classe ’96 Zammarini del Mantova.

Intanto il Bari ha rifiutato uno scambio tra Maniero e Bianchi con il Perugia che va sull’ariete Galabinov del Novara ma deve respingere l’assalto dell’Empoli per il giovane Matteo Ricci.

In casa pugliese sta per approdare l’attaccante Floccari dal Bologna come riporta in tarda serata Soprtitalia, in netto vantaggio su Gilardino, mentre il portiere Ichazo tornerà al Torino, al suo posto Poluzzi o Brignoli.

§<
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright