Frosinone Calcio

Quel matrimonio non s’ha da fare, Grosso ritrova il Parma e sogna il colpo

Per 2 stagioni il tecnico del Frosinone è stato inseguito dal club emiliano ma alla fine è rimasto in Ciociaria dove sta lavorando bene e la società lo ritiene centrale nel progetto. A creare il gancio era stato l’ex direttore tecnico dei ducali Javier Ribalta. Sabato al “Tardini” dunque una sfida dai tanti risvolti e con in palio 3 punti pesanti

Il Frosinone aspetta Rohden: lo svedese cerca una nuova scintilla

Il centrocampista. fermo dal 10 settembre, dovrebbe imboccare la via della guarigione in vista della ripresa sabato a Parma. Per Grosso sarebbe un recupero importante: l’esperto giocatore scandinavo è stato tra i protagonisti dell’ottimo avvio dei giallazzurri. Alla quarta stagione in Ciociaria è il “veterano” del gruppo

Nuvoloni neri sulla Serie B ma il Frosinone non ferma i suoi progetti

Malgrado il grido d’allarme della Lega sulla mutualità a rischio dopo il decreto legislativo 36/2021, la società continua il suo percorso di crescita. Il direttore Salvatore Gualtieri ha presentato il ristorante che aprirà allo stadio Stirpe ed altre iniziative di martketing che creeranno valore al club

Il rendez-vous degli eroi di Berlino: Cannavaro sfida Grosso, Buffon e Inzaghi

La Serie B sempre più mondiale dopo l’arrivo al Benevento dell’ex difensore e Pallone d’Oro dell’Italia di Lippi. Il campionato acquista così prestigio e visibilità. Sabato 1 ottobre, alla ripresa, il primo incrocio tra campioni: al “Tardini” il portiere del Parma proverà lo sgambetto al tecnico del Frosinone

Bella ed impossibile: la Serie B si scopre “mangiallenatori”

Lunedì nero per le panchine: esonerati 4 tecnici quando si sono giocate solo 6 giornate. Approfittando anche della sosta, Benevento, Como, Perugia e Pisa hanno cambiato per cercare la svolta. Mai tanti avvicendamenti nelle ultime 10 stagioni ma l’alta competitività del campionato ha imposto la sterzata per non fallire gli obiettivi. La novità-Cannavaro (quarto campione del mondo in lizza), Frosinone in controtendenza

La patria chiama e la Serie B risponde: il torneo cresce nel segno dei nazionali

Anche la cadetteria è diventata un serbatoio importante delle varie rappresentative. Una conferma dello sviluppo del movimento che sta lanciando tanti giovani. Sono una sessantina i giocatori convocati per gli impegni internazionali. Il Frosinone ha calato il tris: Boloca (Romania), Turati e Moro (Under 21).

Frosinone, quel ‘muro’ di… casa che può diventare un fattore

Terza vittoria di fila al ‘Benito Stirpe’. Ma ora serve il cambio di passo anche fuori. A Parma non dovrà essere solo una sfida tra i campioni del mondo Grosso e Buffon. Giovani più funzionali rispetto alla passata stagione. Boloca con la nazionale rumena: fu lui il primo tassello di Angelozzi. Turati e Moro nell’Under 21

Lo Stirpe come il Matusa: una fossa dei leoni che fa sognare i tifosi

In casa percorso netto (3 vittorie su 3) del Frosinone che ha confermato l’ottimo trend iniziato a dicembre scorso (10 successi nelle ultime 12 gare). Superato anche l’esame-Palermo, il rendimento interno sta trascinando i giallazzurri nei piani alti della classifica. Dopo la sosta, bisogna migliorare in trasferta, a partire dal match di Parma

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright