E’ la stampa, bellezza (i titoli di giovedì 12 I 2017)

Posted on Posted in Edicola

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Inchiesta sul costo dell’acqua
La procura della Repubblica ha iscritto nel registro degli indagati tutti i membri dell’Ato e della Sto. Sotto la lente degli inquirenti è finita la formazione della tariffa idrica. Nel mirino anche il fondo vincolato

SINTESI * Un’ indagine piuttosto complessa, quella avviata dalla Procura della Repubblica di Frosinone sul costo dell’ acqua. Nel mirino degli inquirenti sono finiti tutti i membri dell’ Ato, da quando il servizio idrico è stato affidato al privato, fino all’ attuale amministrazione. L’ inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Adolfo Coletta, tende a verificare su tutto è avvenuto in modo regolare o se ci siano state della irregolarità. Sotto la lente anche l’ operato della Sto. Undici gli avvisi di garanzia recapitati dagli uomini della polizia giudiziaria. Dallo strettissimo il riserbo istruttorio emerge solamente che ha far scattare l’ indagine sono stati i numerosi esposti invitati dai cittadini e dalle associazioni di categoria. Nei mesi scorsi, inoltre, la Guardia di Finanza di Frosinone ha sequestrato un cospicuo numero di atti negli uffici della Sto riguardanti i bilanci. Nel mirino delle fiamme gialle è finita anche la quota che gli utenti pagano per la depurazione e che, appunto, doveva essere trasferita nella posta di denaro controllata dalla Provincia

 

Profughi, professione gigolò

Cassino La polizia ferma un altro migrante che offriva prestazioni sessuali dietro compenso. Girava in viale Dante. Diverse le segnalazioni: esibiscono bigliettini scritti a mano alle donne che incontrano. Si scava sullo strano fenomeno

 

Pallone: niente lezioni dal Partito Democratico

Provincia. Alleanze nella bufera, anche Forza Italia attacca. «In vita mia non ho mai fatto trattative politiche con la pistola puntata alla tempia e di certo non ho intenzione di iniziare adesso». È durissima la presa di posizione di Alfredo Pallone, coordinatore regionale di Area Popolare. Il fatto che il Pd e il presidente Antonio Pompeo vogliano legare gli assetti della Provincia alle prossime elezioni comunali di Frosinone lo ha mandato su tutte le furie.

 

Tra i rifiuti trova… diecimila euro

Cassino Un pensionato con l’abitudine di controllare i gratta e vinci nell’immondizia dei bar è stato fortunato. Ha recuperato un “Miliardario” con il numero 31. Una giornata indimenticabile per il settantatreenne
 

Gli hacker e la sede in via Brighindi

Frosinone Gli accusati negano le accuse. La reazione della commercialista il cui computer è stato violato. Arrestati per il caso del cyberspionaggio, i fratelli Occhionero avevano aperto un’azienda nella parte alta della città

 

Gucher rifiuta l’Avellino. Il Frosinone non ci sta

Gucher non è intenzionato ad accettare la cessione all’Avellino e avrebbe un accordo sulla parola con il Vicenza. Delusa la società canarina

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Filiberto Passananti)

Tornano le messe nere
Riti satanici ed episodi inquientanti: sono sempre più i casi in Ciociaria. L’esorcista padre Ildebrando è categorico: «Satana è un vigliacco sempre perdente davanti a Dio». «Il Signore è bene infinito non augura il male a nessuno. Rispetta la libertà, la sua grande debolezza è il perdono». “I posseduti non chiedono mai aiuto spontaneamente, per alcuni
il problema non è spirituale ma medico e psicologico”

SINTESI *
E’ una battaglia dura che si combatte in silenzio. E’ la guerra alle sette religiose e ai riti satanici I casi, in Ciociaria, sono sempre più numerosi, il fenomeno sta assumendo proporzioni preoccupanti. Almeno a quanto sostengono gli uomini di chiesa impegnati nella lotta al maligno. E’ facile cadere nel tranello dei riti, nelle parole di cartomanti o presunti veggenti.

 

Rifiuti pericolosi in arrivo dalla terra dei fuochi

Il termovalorizzatore di Acerra spedisce in Ciociaria ogni anno 17mila tonnellate di ceneri da smaltire. La vicenda emerge da una risposta del ministro all’Ambiente a un’interrogazione. Dopo la denuncia dei deputati 5 Stelle, Galletti ammette l’errore dell’Ispra e rivela lo smatimento nel Frusinate. La risposta del ministro all’interrogazione

 

Il senatore Scalia nella delegazione italiana all’Osce

Politica. La nomina del presidente Grasso

 

La mala ciociara al funerale del boss Alfiero

Cassino. Conferma del legame con la criminalità aversana. Una vera e propria delegazione cassinate e pontina filmata ai funerali dell’ultimo dei grandi boss della camorra casalese. Ha partecipato alle esequie senza sfarzo ma affollatisime di Vincenzo Alfiero, 83 anni, fondatore del ramo Bidognetti del clan dei Casalesi.

 

Inquinamento Auto ferme 2 giorni e scuole chiuse

Frosinone. L’esperimento previsto per il 22 e 23 gennaio. Blocco totale del traffico veicolare per 48 ore consecutive e scuole chiuse con riscaldamenti spenti per vedere se la qualità dell’aria ne ha giovamento. La pensata è del sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, che ieri spiegato la sua idea – già annunciata nei giorni scorsi – ai dirigenti scolastici degli istituti cittadini.

 

Calcio. Serie B. Nasce un nuovo Frosinone. Gucher dice addio. Affare fatto col Vicenza
Volley Coppa Italia. La Biosi’ saluta il Torneo. Al PalaPanini finisce 3-0 in favore di Modena

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

La coppia che spiava la Ciociaria
L’ing. Occhionero e sua sorella avevano aperto una società nel 2004 nel centro di Frosinone. Gli intercettati: «Mai accorti di nulla. Ci costituiremo parte civile»

SINTESI *
Perchè le due spie che erano entrate nei computer di Matteo Renzi, Mario Monti e Mario Draghi controllavanoanche utenti ciociari? E’ l’interrogativo su cui sta lavorando anche la Questura di Frosinone, alla luce dell’inchiesta che ha condotto in carcere l’ing. Giulio Occhionero e sua sorella Francesca Maria (entrambi residenti a Londra ma domiciliati a Roma). Si sperava che nell’interrogatorio di ieri i due arrestati potessero fornire qualche spiegazione al magistrato. Ma hanno assunto una tattica difensiva e, dunque, hanno negato di spiare i computer degli uomini più potenti d’Italia (vedi articoli in pagina nazionale). Eppure, nelle 47 pagine con cui il giudice Maria Paola Tomaselli ha ordinato l’arresto dei due hacker, ci sono vari riferimenti alla Ciociaria. Le due “spie” avevano una società edile costituita a Frosinone in via Brighindi 44. A due passi dal Palazzo della Provincia. Ovviamente a quell’indirizzo oggi non risponde più nessuno. O meglio, il numero 44 non esiste affatto.

 

Smog, intesa tra Comune e presidi: stop alle auto per due giorni

Blocco totale domenica 22 e lunedì 23 gennaio con le scuole che resteranno chiuse: «É un patto per la qualità dell’aria»

 

Due giorni di attesa al pronto soccorso /

Malato di Alzheimer al “Santissima Trinità” sistemato su una sedia a rotelle, poi i familiari lo hanno portato via. La direzione sanitaria dell’ospedale: mancano i posti letto
e i ricoveri vengono disposti soltanto per i casi più urgenti

 

Mercato ok, parola al campo

Con l’arrivo di Mokulu, Kranjc, Fiamozzi e Maiello si è conclusa la campagna di rafforzamento voluta da Marino. Il centrocampista austriaco Gucher in partenza: si è accordato con il Vicenza, ora manca solo l’ufficialità

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Scuole in ginocchio per il freddo
Il caso Disagi anche negli istituti superiori: gli studenti si presentano con le coperte e saltano le lezioni per protestare. Il sindaco Coletta dà il via libera ai dirigenti scolastici: le strutture coi riscaldamenti guasti potranno rimanere chiuse

SINTESI *
L’emergenza freddo mette ko le scuole comunali del capoluogo, costringendo il sindaco Coletta ad emettere un’ ordinanza che permetterà ai singoli dirigenti di scegliere se chiudere o meno le strutture. Una scelta dettata dalle condizioni degli impianti termici dei plessi comunali, molti dei quali datati e di difficile riparazione. Problemi soprattutto a Borgo Montello e in via Tasso: quest’ ultima scuola, ieri mattina è stata trovata chiusa all’ insaputa dei genitori nonostante l’ ordinanza del sindaco non fosse ancora stata diramata. Forti disagi anche nei licei e negli istituti di competenza della Provincia: da tre giorni gli studenti delle scuole superiori stanno manifestando per il freddo intenso

 

Assunzioni, la condanna

L’ex commissario liquidatore della comunità montana di Lenola Raniero De Filippis chiamato a risarcire per 413mila euro la Regione Lazio. La pronuncia della Corte dei Conti

 

Processo sempre aperto per «Romolo»

Omicidio Buonamano. La Corte di Cassazione sospende il giudizio sul ricorso presentato dai difensori del Di Silvio. «Servono ulteriori approfondimenti». E’ il quinto processo per lo zio di «Patatone», tra condanne e assoluzioni
 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

La «omissione» d’inchiesta Mps
I partiti vogliono un organismo destinato a morire prima del previsto senza portare a nulla
Tutte le commissioni precedenti hanno fatto flop. Pensate a tirare fuoi i nomi dei colpevoli

 

Anche il Pantheon diventerà a pagamento
Franceschini annuncia l’arrivo del biglietto per il monumeto visitato ogni anno da 7 milioni di turisti

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Politici, manager, giornalisti Tutti spiati dagli americani
Salta la prima testa: via il capo della polizia postale

 

A sedici anni massacra i genitori per nulla
Riccardo ha 16 anni. Assieme all’amico Manuel, 17 anni, ha massacrato a colpi di ascia i genitori Salvatore Vincelli, 59 anni e Nunzia Di Gianni (45). Uno dei possibili moventi sarebbe lo scarso rendimento scolastico del ragazzo. Riccardo confessa: avrebbe pattuito con Manuel un compenso di 80 euro al momento del massacro più altri mille dopo.

 

 

verita

La Verità 
(direttore Maurizio Belpietro)

«Vi rivelo cosa c’è dietro gli affari del padre di Renzi». Parla D’Agostino, cardine dell’inchiesta
«Sì, è vero, sull’outlet di Sanremo una cresta milionaria ma non è colpa mia. Tiziano era mio consulente però ho dovuto scaricarlo. Bacci? È una vittima dell’ex premier. Carrai invece è quello che pesa: con lui ho litigato»

 

Tutti i favori fatti dalla sinistra alle banche
Da Letta a Renzi e Gentiloni, pioggia di miliardi e di leggi a favore degli istituti: la mappa completa

§