E’ la stampa, bellezza (i titoli di giovedì 18 V 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Scappano dal padre violento
Frosinone. Due fratelli di 15 e 13 anni si allontanano da casa perché stanchi di subire insulti, minacce e botte. Il genitore, che aveva chiamato la polizia, è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e abbandono di minori

SINOSSI
Ha chiamato la polizia per denunciare la scomparsa dei figli minori. La versione dell’uomo non è sembrata credibile agli agenti. Questi ultimi hanno indagato sul caso e scoperto un’altra verità. L’uomo, un cinquantenne del capoluogo, è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e abbandono di minori.
I figli sono stati temporaneamente affidati ai parenti. In base a quanto accertato dagli agenti della sezione volanti, la denuncia di allontanamento dei minori, di 15 e 13 anni, è avvenuta il giorno dopo il fatto. In pratica i due si sarebbero allontanati da casa e avrebbero vagato per la città per una giornata interna, trascorrendo fuori anche la notte. Scappavano dal padre violento che li maltrattava e insultava.

Cocaina purissima per i vip
Spacciatore quarantenne bloccato e arrestato dai carabinieri nel parcheggio di un centro commerciale. Sotto il sedile un chilo e 100 grammi di droga, con lui un personaggio noto. Per gli investigatori riforniva la “Cassino bene”

Capogna inguaia pure la Pezzopane

Boville Ernica. Nei giorni scorsi chiusa l’inchiesta principale con 37 persone coinvolte tra politici, tecnici e consulenti. La senatrice del Pd indagata dopo le deposizioni dell’imprenditore per gli appalti sulle luci al led in Abruzzo

Maxi debito Unicas. In arrivo la mobilità per i professori

Università. Buco milionario, si risparmierà sul personale. Stipendi salvi

Evangelista presenta le dimissioni
Cassino. Dopo quasi un anno, il consigliere getta la spugna e rimette nelle mani del sindaco la delega alla manutenzione. Un vero e proprio terremoto scuote il Palazzo e l’amministrazione. Ma il forzista è determinato: «Una scelta irrevocabile»

Frosinone: vincere e… tifare Cesena

Serie B. Ultimo turno di campionato e piccola speranza di potercela fare. Altrimenti subito testa ai playoff

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Dario Facci)

Il Frosinone ci crede

Calcio. Serie B. I giallazzurri devono battere la Pro Vercelli e sperare nel Cesena. Marino schiera
un undici inedito ma competitivo. Torna Paganini

SINOSSI
Non basta vincere, ma se non si vince nemmeno si spera… Così il Frosinone arriva all’ultimo match di regular season, contro la Pro Vercelli. Se i canarini stasera riusciranno a battere l’undici piemontese, dovranno sperare, per raggiungere la A diretta, nell’aiuto del Cesena, che attende la visita dell’Hellas Verona. Meno probabile che Cittadella, Benevento e Perugia manchino tutte e tre l’appuntamento con la vittoria spalancando così il paradiso della Serie A ai ciociari

Insultati, minacciati e percossi da papà

Frosinone. Triste epilogo di una brutta vicenda per due fratelli minorenni. Denunciato il genitore

Un Sacco… di polemiche sulle parole della Lorenzin

Frosinone. La campagna elettorale per le Comunali si infiamma. Polemiche a non finire dopo che Beatrice Lorenzin sabato scorso aveva spiegato come, sulla base delle relazioni, al ministero non risultasse un’emergenza sanitaria legata all’inquinamento nella Valle del sacco.

Ai migranti il cibo servito dall’albergo non piace

Fiuggi. Ieri pomeriggio la protesta. Gli extracomunitari ieri hanno occupato gli uffici amministrativi
della struttura. La Polizia ha riportato la calma. Gli stranieri, tuttavia, avrebbero chiesto un incontro con il Prefetto per ottenere al più presto quanto preteso.

Inchiesta interna sui veterinari

Asl. Mattatoio degli orrori, ieri la protesta degli animalisti che ne chiedono la chiusura. L’azienda ha comunicato l’avvio di una procedura per valutare l’operato dei dipendenti addetti ai controlli presso la struttura

Kevin, oggi i funerali. La Procura contesta l’omicidio colposo

Alatri. Alle 16.30 le esequie di Maurizio Berardi a Laguccio

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

Padre violento, fratelli in fuga
Due minori, di 13 e 15 anni, sono scappati da casa e hanno vagato nel capoluogo per un’intera notte dopo essere stati picchiati. L’uomo è stato denunciato, i figli sono stati affidati a un parente

SINTESI
Scappano di casa per sottrarsi ai maltrattamenti del genitore 50enne. A scoprirlo sono stati gli agenti della questura di Frosinone che hanno iniziato ad indagare in seguito alla denuncia di allontanamento di minore. Il 50enne di Frosinone aveva segnalato sulla linea di emergenza 113 della Questura, l’allontanamento dei suoi due figli, rispettivamente di 15 e 13 anni.

Inquinamento e rischi per la salute: è bagarre elettorale

Valle del Sacco, Cristofari e associazioni contro la Lorenzin. Alternativa popolare: «Nessuna negazione, solo prudenza»

Cattivi odori a Colfelice il sindaco chiama l’Arpa e i vigili urbani

Donfrancesco: «La gente ha segnalato che provenivano dall’impianto rifiuti Saf». L’azienda respinge ogni accusa: «Vengono lavorate solo 100 tonnellate al giorno, lo scorso anno erano 300 e il ciclo rispetta le procedure di legge».

É ufficiale: il 16 giugno la visita della ministra

Il mese giugno sarà un mese ricco di eventi, dopo la ministra Fedeli intorno al 24 e il 25, il giorno non è stato ancora confermato, all’università si recherà in visita anche il governatore del Lazio Nicola Zingaretti.

«Per la A dobbiamo vincere e sperare»

«Nonmi illudo,maci spero dopo il segnale forte dato dal Cesena a Trapani. Però noi con la Pro Vercelli
dobbiamo vincere». L’allenatore del Frosinone Marino vuole fare i conti alla fine.

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Allarme per il «gioco» suicida

L’incubo Balena blu sta facendo proseliti tra gli adolescenti più fragili. Timori anche in provincia di Latina. A lanciare le segnalazioni associazioni a difesa dei minori e assistenti sociali. Le forze dell’ordine indagano

SINTESI
«Balena Blu», il terribile gioco che sta diventando un incubo, è arrivato anche in provincia di Latina. Le associazioni a difesa dei minori e gli assistenti sociali hanno lanciato l’allarme alle forze dell’ordine. C’è il forte sospetto che nell’Agro Pontino stia facendo proseliti il macabro gioco ideato in Russia, quello che spinge i ragazzini al suicidio nell’arco di 50 giorni, passando dall’autolesionismo a lanciarsi dal palazzo più alto della città mentre un altro minorenne viene incaricato di filmare la scena. A rischio gli adolescenti più fragili. Subito sono partite le indagini e l’imperativo è uno solo: fare presto. Prima che sia troppo tardi.

«Eco-X», torna la paura

Pomezia. Nuovo focolaio all’interno del deposito su via Pontina Vecchia: residenti in ansia. Intensificato il lavoro dei vigili del fuoco per spegnere le fiamme nel minor tempo possibile

Carico di droga in auto, due arresti

Ieri mattina In manette due giovani romani. Ora le indagini sul traffico di stupefacenti che ruota attorno al capoluogo. I carabinieri intercettano una vettura sospetta a Borgo Piave: durante il controllo spuntano tre chili di marijuana

Viaggio di nozze sulla Concordia, coppia risarcita/

Il caso. La storia di marito e moglie superstiti nel naufragio al Giglio

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Blitz di Renzi per votare subito
Svolta sulla legge elettorale: pronta a fine mese, a giugno in aula. Consip, scatta la caccia a Woodcock

Da martire a beato. Per Calabresi è tempo di rivalsa
Tempi maturi per avere in calendario un Beato Luigi Calabresi? Forse sì, e sarebbe una bella rivalsa: perché beato lui, il commissario Calabresi, in vita lo fu poco, soprattutto nei due anni e mezzo finali, linciato giorno per giorno, ucciso un po’ per volta fin quando non lo ammazzarono davvero. Ieri, a quarantacinque anni dalla mattina di maggio cui Ovidio Bompressi (…)

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

«Il denaro sotto la mattonella per papà Renzi»: nessuno le cerca
L’imprenditore Romeo, oggi in carcere, intercettato mentre parlava con Russo, amico del babbo
dell’allora premier: «Ha apprezzato?». Risposta: «L’ha apprezzato sì». Eppure non s’è mossa foglia. I carabinieri chiedono indagini, la Procura di Roma nega la perquisizione

I manager pagano per piangere con qualcuno
Si fanno proiettare video di bimbi che giocano o di gatti alla ricerca della mamma. Così i manager giapponesi si sfogano, piangendo e lasciandosi alle spalle pene d’amore e stress. Un’azienda di Tokyo organizza sedute collettive di terapia del pianto: 80 euro per 40 minuti. E per le donne sole c’è la possibilità di piangere sulle spalle di un bel ragazzo