Alle porte del sogno, l’AMB Frosinone vuole continuare a stupire

La matricola frusinate punta ai playoff dopo aver conquistato la salvezza con largo anticipo. Sarebbe un traguardo eccezionale per un club nato solo 5 anni fa e che s’affaccia ora sulla ribalta nazionale. Sabato contro l’Acerra ...

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

La AMB Frosinone, formazione che partecipa per la prima volta nella sua storia al campionato nazionale di serie B di calcio a 5, vuole inseguire un sogno: quello di raggiungere i playoff che potrebbero addirittura aprirle le porte per il gran salto in A2. Per raggiungere l’obiettivo ha a disposizione due gare: sabato alle 16 in casa al palazzetto dello sport di Tecchiena di Alatri contro Acerra e sabato 14 in trasferta a Velletri.

Attualmente la compagine ciociara è all’ottavo posto con 28 punti, a sole due lunghezze dalla quinta posizione che vale i playoff ed ora occupata da Real Ciampino e Forte Colleferro. Un punto avanti alla AMB Frosinone anche il Velletri, avversaria tra otto giorni.

AMB, un club giovane ma ambizioso

L’AMB Frosinone in campo

La AMB Frosinone del presidente Fabrizio Santoro è una società giovane, nata appena cinque anni fa ma che a suon di vittorie è salita dai campionati regionali di C2 alla B nazionale. E vuole continuare a stupire.

Il progetto triennale prevede proprio l’approdo in A2. Ma un po’ a sorpresa già in questa stagione si sta giocando la possibilità di accedere ai playoff per aggiudicarsi un posto nella categoria superiore.

La “cantera” tra i segreti della società ciociara

Christian Collepardo

Per quest’anno comunque l’obiettivo era quello della salvezza, raggiunta addirittura con tre giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato. Ora però i ragazzi guidati dall’allenatore-giocatore, Filippo Cellitti hanno la possibilità di realizzare il sogno playoff.

Nella gara di sabato mancherà il bomber Collepardo, squalificato. Per il resto Cellitti avrà tutta la rosa a disposizione: dal capitano Campus a Secilla fino ai giovani Luciani, Savelloni, Camusi, Sciaudone, Mauri, Tricarico, D’Arce e Silvela. Oltre ai portieri Maggi e Carbone.

La AMB Frosinone ha puntato molto sui giovani, allestendo un bel vivaio. La squadra nazionale Under 19 ha raggiunto i playoff dove è stata eliminata dal Pomezia. Ma al di là dei risultati sono cresciuti tanti ragazzi arruolati in prima squadra. Tra l’altro la AMB è la formazione con età media più giovane di tutta la serie B di calcio a 5 italiana.

La carica del “veterano”

Il portiere Maggi

Alla vigilia di un finale di stagione che potrebbe regalare un traguardo storico l’esperto portiere Michele Maggi, 37 anni, suona la carica. “Ho saltato qualche partita per infortunio ma da quando sono tornato in campo abbiamo ottenuto buoni risultati e sono molto contento per questo” ha detto Maggi.

La stagione è molto positiva sia per quanto mi riguarda che per la squadra. Io gioco ormai da venti anni. Qualcuno dice che avrei potuto ottenere di più dal calcio a 5 ma onestamente sono contento perché mi sono tolto belle soddisfazioni. Ho fatto una scelta di vita preferendo un lavoro sicuro all’incertezza del giocatore di futsal professionista. Ora abbiamo due gare fondamentali per conquistare i playoff al quale teniamo molto e che vogliamo raggiungere”.

Maggi chiama a raccolta i tifosi che possono dare una spinta decisiva. “Sabato avremo la gara con Acerra in casa, servirà il sostegno del pubblico che sono sicuro non mancherà ha detto il portiere frusinate.

Sarà una gara difficile, i campani non sono matematicamente salvi e giocheranno alla morte. Da parte nostra serviranno concentrazione e grande voglia. Ma ci siamo preparati al meglio, il nostro mister Cellitti non è uno sprovveduto e faremo della organizzazione la nostra arma in più. Serve solo vincere e sono sicuro che ce la potremo fare. Poi ci sarà la trasferta a Vellettri, ma prima dobbiamo battere Acerra. Forse ci manca qualche punto, ma la stagione è stata altamente positiva”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright