Amata si dimette: maggioranza Pd – Lega in Provincia

Andrea Amata si dimette da vice presidente della Provincia. Si candida con la Lega. Ma resta alleato del Centrosinistra guidato da Antonio Pompeo. Nasce un'inedita maggioranza Pd - Lega in Provincia a Frosinone.

Andrea Amata si è dimesso dalla carica di vice presidente della Provincia di Frosinone. Lo ha fatto con una lettera pubblica, nella quale annuncia la sua candidatura alle elezioni regionali di marzo nella lista della Lega di Salvini premier (e noi lo avevamo detto Fabio Forte ammette: «Stiamo dialogando con Andrea Amata»)

L’incarico da vice presidente nell’amministrazione guidata da Antonio Pompeo era la conseguenza politica dell’appoggio dato all’elezione della attuale maggioranza di centrosinistra dalla lista Alternativa Popolare, nella quale Andrea Amata ha militato fino ad un paio di mesi fa. Poi sono iniziate le perplessità politiche: le stesse che a livello nazionale hanno portato alla separazione consensuale in Ap. Ed a quel punto il vice presidente si è preso una pausa di riflessione (Alfano se ne va, a Frosinone si candidano)

 

RESTA CON POMPEO

Nella lettera consegnata in Provincia, Andrea Amata ha confermato che, anche se si candida con la Lega che è un Partito di centrodestra, resterà leale alla maggioranza di Centrosinistra al governo della Provincia. 

«Ma resto nella maggioranza guidata dal presidente Pompeo. Lo ringrazio, gli confermo la mia personale stima e collaborazione e lo libero, con questa scelta, da sicure pressioni che potrebbero arrivare soprattutto dal suo partito, più interessato a questi aspetti che ad affrontare le emergenze che i cittadini richiedono».

 

Una scelta che, nei fatti, al momento crea un’inedita maggioranza Pd – Lega nel palazzo della Provincia. Situazione alla quale si metterà mano dopo il voto di marzo alle Politiche ed alle Regionali.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright