Il contrordine arriva, i medici no: a Sora via chi deve partorire

Il contrordine con cui riportare i ginecologi nell’ospedale Santissima Trinità di Sora è arrivato. Porta la firma del dottor Luigi Macchitella, Commissario Straordinario della Asl di Frosinone. Ma con molta probabilità servirà a niente e Ostetricia a Sora non riaprirà.

La lettera è il protocollo 53107 del 19 giugno. E’ indirizzata alla dottoressa Matilde Lauretti ed al dottor Francesco Angeletti. Sono i due medici trasferiti, da oggi, dall’ospedale di Sora ad Ostetricia e Ginecologia di Frosinone. Uno spostamento necessario per far funzionare il nuovo centro di riferimento provinciale per le Interruzioni Volontarie di Gravidanza attivato ad Alatri.

Ma i due loro colleghi al primo posto nella graduatoria regionale hanno rifiutato l’assunzione al SS Trinità per rimpiazzarli. E così sabato scorso ci si era trovati con due medici in partenza da Sora per Alatri. E nessun rinforzo per Sora. Dove la conseguenza è stata la chiusura di Ostetricia. (Leggi qui ‘La cicogna vola via da Sora. I dubbi di De Donatis. E subito ritorna’)

Una grana esplosa proprio nel giorno in cui il governatore Nicola Zingaretti sarebbe arrivato in città per consegnare i nuovi bus al deposito Cotral. Il sindaco Roberto De Donatis l’aveva subito segnalato alla squadra del Governatore. E dopo un’ora, il dottor Giovanni Cirillo braccio destro del commissario Asl, aveva garantito la revoca dei trasferimenti già da oggi.

E il provvedimento è arrivato. Recita testualmente:

In considerazione di quanto rappresentato dal dirigente responsabile dell’Unità Operativa Complessa Ostetricia e Ginecologia del Presidio Ospedaliero di Sora circa le difficoltà a garantire il regolare svolgimento delle attività, per carenza di personale, è sospesa la disposizione prot. 42640/2017.

Pertanto, con decorrenza immediata, le Signorie Loro sono riassegnate alla predetta stuttura Presidio Ospedaliero Santissima Trinità di Sora.

E noi ve lo avevamo detto.

Ma ora c’è di più. Quella lettera rischia di essere solo un pezzo di carta. Il commissario Luigi Macchitella lo sa. Perché la coperta è corta ed i ginecologi in servizio tra lo Spaziani di Frosinone, il Santa Scolastica di Cassino, il SS Trinità di Sora e ora il Centro di Riferimento IVG di Alatri, non bastano a coprire tutto.

Il commissario ieri mattina ha disposto una riunione tra i primari di Frosinone, Cassino e Sora. Con un imperativo «Trovate la soluzione». Che non è arrivata. Perché, senza i due rinforzi, il responsabile dello Spaziani ha fatto presente di non avere abbastanza personale per tenere in piedi anche il nuovo servizio IVG di Alatri. Il responsabile di Sora ha fatto presente che senza i rimpiazzi non può garantire i turni, in base alle nuove norme che fissano un tetto agli straordinari. Cassino ha messo in evidenza di essere appena in grado di coprire i suoi turni.

La revoca della delibera firmata oggi rimette tutto a posto? Per niente. Perché nessuno ha revocato il servizio di Alatri. E perchè i due trasferiti da Sora a Frosinone pare non abbiano preso molto bene la revoca. C’è il rischio che si ammalino.

Al punto che intorno alle 17 i medici rimasti nel reparto di Sora hanno iniziato il trasferimento a Frosinone di tutte le signore incinte arrivate al Pronto Soccorso.

Il reparto, di fatto, è chiuso ai nuovi arrivi.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright