Dopo Sellari, fuori Petricca

CRISTINA DELLE FRATTE per CIOCIARIA EDITORIALE OGGI

Dopo Sellari, anche Petricca prende le distanze da Frosinone nel Cuore. Fallito il maldestro tentativo di far fuori il vicesindaco Francesco Trina, blindato dai consiglieri Zaccheddu, Morgia e Ferrara, agli autori del blitz, in netta minoranza, non è restato che compiere il famoso passo indietro.

Dopo la riunione infuocata di giovedì scorso, dove si è consumata la spaccatura tra la formazione e il suo presidente che, sfiduciato nella linea politica ha preferito a quel punto battere in ritirata, oggi a seguirne le orme è il capogruppo Alessandro Petricca. «Nessuna sfiducia a Sellari», tiene innanzitutto a precisare nella nota con la quale comunica la sua fuoriuscita dal gruppo. Una smentita che, però, sa di conferma, vista la sua decisione di intraprendere un percorso diverso da quello di Frosinone nel Cuore e di ribadire la sua fedeltà al fondatore della compagine. «Sellari – aggiunge – ha palesato la volontà di sollevarsi dalla carica per suoi motivi e, da quel che mi consta, non ha alcuna intenzione invece di abbandonare quello che è nato come, e continua ad essere, un laboratorio politico che tende a catalizzare le energie per favorire processi positivi di rilancio del nostro territorio. Questa era la nostra idea primigenia, esattamente un anno fa,e questacontinua adessere ora. Un progetto politico animato da spinte positive e di vedute non sclerotizzate su posizioni precostituite, che travalica le contingenze del gruppo consiliare. La mia scelta personale, forte di queste convinzioni, è ora quella di superare l’esperienza del gruppo consiliare e, riconoscendo ancora e pienamente il progetto che insieme a Sellari abbiamo costruito, personalmente scelgo, anzi, di uscire dal gruppo consiliare Frosinone nel Cuore, pur restando in maggioranza a supporto del sindaco Ottaviani. Ciò non mi impedirà di continuare insieme con Sellari il nostro progetto politico». Se non è questa una dichiarazione di lealtà…

La nota di Petricca arriva in anticipo di qualche ora rispetto all’inizio dalla riunione convocata dal segretario di Frosinone nel Cuore Marco Ferrara nel tentativo di ricucire lo strappo. Tentativo, evidentemente, fallito. E non solo perché Petricca aveva già fatto la scelta, ma anche perché al termine dell’incontro, al quale ha partecipato anche il vicesindaco Trina, il gruppo ha comunicato la nomina del nuovo leader in Consiglio: lo stesso Ferrara: «La decisione – si legge nel comunicato – nasce dall’esigenza di rilanciare il ruolo del gruppo consiliare all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Nicola Ottaviani. Sin dal suo ingresso in Assise, il consigliere Ferrara ha dimostrato passione, nonché impegno e costanza nello svolgere l’attività di amministratore pubblico della città di Frosinone. Al nuovo capogruppo, che gode la massima stima dell’inte – ro gruppo consiliare e del vicesindaco, vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro, convinti che il suo lavoro amministrativo oltrepasserà anche le barriere di Frosinone capoluogo andando ad interessarsi di problematiche provinciali». Nessun cenno a Petricca. La rottura, insanabile, è servita.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright