Il ‘senso di responsabilità’ del Pd per le prossime elezioni (di F.Ducato)

La critica feroce del Pd contro la soluzione della crisi in Comune: «un mercato delle vacche». La strategia del segretario Sordo e l'obiettivo per le prossime elezioni

Franco Ducato

Conte del Piglio (ma non) in Purezza

Un Pd che mira a ritrovare una vocazione di vero partito di sinistra, probabilmente un po’ annacquata negli ultimi tre anni vissuti nell’abbraccio mortale con il gruppo di Progetto Anagni. E che apre ad una possibile collaborazione con le forze civiche e politiche del campo progressista della città dei papi. È l’analisi politicamente più rilevante ed interessante che viene fuori dalla conferenza stampa che si è tenuta nella serata di ieri ad Anagni nella sede del Partito Democratico.

Un’occasione per fare il punto sulla situazione dopo la comunicazione della nuova giunta varata dal sindaco Fausto Bassetta. Che ha visto, in soldoni, solo l’arrivo di Giuseppe Felli in giunta; e quindi un maggiore peso della componente centrista della maggioranza.

In conferenza stampa non sono mancate le critiche alle azioni di Bassetta: si è parlato di Partito che rimane in maggioranza non per forza, e comunque soltanto per “senso di responsabilità”. Ma già con un occhio alle prossime comunali. Da affrontare, secondo in piani del Pd, con un occhio più alla sinistra locale che al centro.

La sintesi perfetta è quella scritta in queste ore dal professor Paolo Carnevale su Il Messaggero:

Una critica feroce nei confronti del «mercato delle vacche» che ha caratterizzato la politica di Anagni nel corso degli ultimi 15 giorni. E un avvertimento al sindaco della città dei papi Fausto Bassetta: «Continueremo a sostenerlo per senso di responsabilità fino a quando sarà possibile, ma obiettivamente non c’è più la fiducia incondizionata che c’è stata per lui fino ad oggi».

(…)

Il segretario, che poi ha lanciato anche un altro messaggio, stavolta in una prospettiva più ampia, già verso le prossime elezioni comunali: «Guardiamo ad un dialogo con altre forze oltre a quelle in campo per allargare ancora di più il quadro in vista delle prossime elezioni»

 

L’obiettivo del segretario Francesco Sordo sembrerebbe essere quindi il recupero di quel segmento civico, politico ed elettorale, che fa riferimento, tra le altre forze, alla Sinistra Italiana (oltre che a La rete dei cittadini). Resta da capire come questo potrà essere possibile, visti i rapporti al momento piuttosto tesi del Pd con queste forze ( vedi le polemiche su Parco della Rimembranza, Via degli Orti, ed Ospedale, solo per dirne alcune).

Ma è una scommessa che il Pd deve provare a vincere, se non vuole essere asfaltato alle prossime consultazioni.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright