I titoli dei giornali di venerdì 3 agosto 2018

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina venerdì 3 agosto 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina venerdì 3 agosto 2018 e riassunti da Alessioporcu.it

*

*

*

Ciociaria Oggi K2
(direttore Alessandro Panigutti)

Un omicidio annunciato
Il Delitto di Esperia. I litigi erano continui: vecchi rancori alla base della violenza. In carcere finisce il figlio Mario. Il padre Antonio ucciso da quattro fendenti inferti forse con dei pezzi di vetro: domani l’autopsia

SINOSSI
Una vita difficile, fatta di continue discussioni: a scatenare la violenza che ha portato alla tragedia “solo” vecchi rancori. Poi quei piccoli problemi con la giustizia divenuti importanti con l’arresto, a settembre, per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Padre e figlio erano tornati a casa da pochi mesi per buona condotta e nessuno pensavaa unepilogo simile. Invece, alla base di quella inspiegabile violenza, le stesse ruggini sedimentate in profondità.

 

Caos calmo in Comune. La maggioranza non c’è
Cassino. Il sindaco, anche stavolta, non fa… tredici. Ed è costretto a rinviare la variante al Prg per il centro di conferimento. Valente attacca: «Subito il direttorio e l’azzeramento di premi e incarichi dirigenziali». Sebastianelli: «Non faccio la stampella»

 

Picchiato e legato ad una sedia
Ferentino. CronacaNotte di paura per un sessantenne. L’uomo ha denunciato ai carabinieri di essere stato aggredito e rapinato. Era andato a controllare se i polli erano vivi dopo che il giorno prima ne aveva trovati alcuni morti. Al rientro l’agguato

 

Il prefetto Portelli si è insediato

Frosinone. Il prefetto si presenta con un omaggio a Nicola Ricciotti

 

Cinquemila in corteo: ridateci il pronto soccorso

Anagni. La marcia Un fiume di gente ieri sera ha sfilato per il diritto alla salute Boom di adesioni all’appello del comitato. Presenti anche molti politici. Messaggio di forte sostegno alla lotta da parte del vescovo Loppa

 

Con il Bologna il Frosinone gioca a Torino
Calcio. Sarà l’Olimpico il campo neutro della prima casalinga

 

*

 


(direttore Stefano Di Scanno)

Lo ha ucciso con i cocci di vetro
Il delitto di Esperia. In stato di fermo per omicidio volontario, Mario Teoli appare in stato confusionale e afferma di non ricordare quegli attimi di violenza. L’esame autoptico sulla vittima 68enne accerterà le cause della morte

 

«Non ratificate le tariffe»
Il Comitato No Acea si rivolge in autotutela all’autorità Arera affinché non approvi il piano tariffario Ato5. Il Coordinamento Acqua Pubblica Frosinone: anomala presenza dell’ad di Acea tra i sindaci in assemblea

 

Maggioranza senza ossigeno. Il sindaco chiude in anticipo i lavori
Cassino/Consiglio. Secondo scivolone del sindaco D’Alessandro nell’arco di 48 ore. Riesce ad aprire la seduta grazie ai numeri più “sostenibili” della seconda convocazione, ma quando deve mostrare i muscoli fa flop sulla variante al Prg Secondino a sorpresa manda tutti a casa ed evita la conta

 

Sull’ex discarica. Rotondo chiede se sia corretta una bonifica flash
Pontecorvo/Greci. «Mi chiedo se sia corretto intimare la bonifica in 30 giorni e se un atto dovuto lo è sempre o solo in certi casi. Doveva esserlo anche nel 2010 o nel 2012»

 

Collegamento Cavoni-Via Moro. I cittadini sollecitano rapide soluzioni
Frosinone/Mobilità. Piastra Cavoni: a cosa è servita se il ponticello di Via del Casone non diventa carrabile?

 

Frosinone, asse caldo con Udine: si avvicina l’arrivo in difesa di Danilo
Spazio Sport. I friulani si informano su Ciano che però dovrebbe restare. Tante offerte per Ariaudo mentre prosegue la caccia al centravanti

 

*

 

Messaggero K2(direttore Luciano D’Arpino)

«Non ho ucciso io papà»

Mario Teoli, 30 anni di Esperia, davanti al pubblico ministero ammette di aver litigato con il padre, ma nega di averlo colpito. Resta in carcere con l’accusa di omicidio

 

Picchiato e derubato in casa, caccia a tre rapinatori

Meccanico di Ferentino immobilizzato e imbavagliato, i banditi erano incappucciati

«Basta alle morti per un calabrone». In corteo per il Pronto soccorso

Una massa enorme, che le forze dell’ordine hanno quantificato in circa 3 mila persone, si è messa in marcia ieri sera, a partire dalle 20, dall’ex ospedale di Anagni fino a Porta Cerere. Percorrendo tutto il centro storico. Per dire no alla chiusura del punto di primo intervento

 

Mercato immobiliare, il risveglio del centro storico: boom di affitti

Frosinone. I dati dell’Agenzia dell’Entrate: rispetto allo scorso anno quasi raddoppiate le locazioni, si ferma l’emorragia dei negozi. L’assessore Testa: «Il progetto Frosinone Alta ha posto un freno alla desertificazione. Ora andiamo avanti»

 

La Tatangelo a Casalattico e il rock degli Uzeda a Isola

La cantante sorana si esibirà domenica. Mentre domani salerà sul palco di piazza Boncompagni salirà la storica band. Ad Alatri nel week end protagonista il jazz

 

I giallazzurri rientrati dal Canada

Il Frosinone è rientrato dal Canada e da domani riprende la preparazione nel centro sportivo di Ferentino. Patron Stirpe avverte: «Il portiere Bardi non lo svendiamo, chi lo vuole ce lo deve pagare». Spunta l’ipotesi di uno scambio tra Pazzini e il tandem canarino Citro-Ciano

 

*

 

 

Latina Oggi K2(direttore Alessandro Panigutti)

Si immerge per pescare e muore
Il dramma. Il cadavere di Michele Pasquali, pensionato di 69 anni, ritrovato a Foce Verde

 

Colpo con l’auto ariete per svaligiare il Conad
Pontina. Banditi in fuga con la cassaforte

 

Folgorati e uccisi sul ponteggio
Tragedia nella notte. Urta un lampione, muore anche il vicino che voleva salvarlo

 

*

 

La Provincia si ricorda delle strade

Dopo otto anni l’ente ha predisposto un pino di interventi sulla rete viaria di Rieti e della Sabina

 

*

 

Il lavoro arriva dalla scuola: 300 posti
Le immissioni in ruolo stabilite dal Miur daranno a Viterbo cattedre a 230 docenti e contratti a impiegati e bidelli

*

 

Il Tempo K2(direttore Gianmarco Chiocci)

«Io, cronista aggredito dai rom»
Giornalista del Tempo assalito. Gli sgomberati del River occupano un hotel. Sgradita la presenza del nostro inviato: per lui mani addosso e minacce di morte. Il sit-in dell’orgoglio nomade è un flop: in piazza arrivano in tre

 

Così il Pd ha distrutto le forze armate
Carriere, contratti, sindacato, pagamenti: comparto sicurezza allo stremo. Il governo corre ai ripari

 

*

 

il-giornale (direttore Alessandro Sallusti)

Salvini scala Forza Italia
Big Bang Centrosinistra. «Porte aperte agli azzurri». Berlusconi: «Dobbiamo andare d’accordo». Foa, scoppia il caso del figlio assunto dalla Lega. E mentre litigano, sale lo spread e crolla la Borsa

 

Il Gratta&Vinci come le sigarette
Nel DL dignità. Dovrà avere la scritta: «Nuoce alla salute»

 

*

 

(direttore Maurizio Belpietro)

Il papà di Daisy che attacca Salvini condannato a cinque anni per mafia
Il caso di Moncalieri. Iredia Osakue per i giudici di Torino era fra i capi dell’organizzazione nigeriana che controllava lo spaccio e la prostituzione. Identificati i tre lanciatori di uova, uno di loro è figlio di un consigliere comunale del Pd

 

Da Banca Etruria 1 milione al tesoriere di Messina Denaro
Il prestito grazie al membro del cda che aprì le porte a Boschi

 

*

 

(direttore Claudio Cerasa)

Contro la retorica sui cervelli in fuga. Perché il cosmopolitismo è un regalo offerto ai nostri figli dalla società aperta. Viva Alessio Figalli
Fuga o movimento? La storia dell’importante premio assegnato ad Alessio Figalli per i suoi studi in matematica ha prodotto nella testa dell’Indignato collettivo un sentimento a due facce. Da una parte, l’orgoglio di aver un italiano premiato con l’equivalente del premio Nobel per la matematica. Dall’altra parte, lo sconforto di avere un italiano premiato “fuggito” dall’Italia. In tutte le festose interviste concesse ieri, Figalli si è ritrovato a rispondere a domande sul “dramma” della fuga dei cervelli ma con abilità il trentaquattrenne romano ha fatto quello che nessuno è riuscito a fare fino in fondo: non criticare l’Italia per non essere riuscita a trattenerlo, ma elogiare l’Italia per la formazione che gli ha dato. Domanda del Messaggero: “C’è qualcosa di italiano in questo premio?”. Risposta: “Sì, la mia formazione è italiana. E aver vinto dimostra che il nostro paese riesce a formare. Quindi credo che questo mio riconoscimento sia una bella soddisfazione anche per l’Italia”.

 

C’è un problema con Papa Francesco
Secondo Bergoglio, i giovani senza lavoro hanno solo tre opzioni: suicidio, cocaina o arruolamento con il califfo. Perché il Papa banalizzatore è un guaio. Sia se viene preso sul serio. Sia, soprattutto, se quando parla non viene più preso sul serio

 

*
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright