Il Pd sale, FdI scende: i Dem primo Partito

Il sondaggio settimanale Dire Tecné: il Pd è il Partito con il maggior numero di consensi questa settimana. Trend in salita. Mentre FdI scende. Come pure la Lega. I dati Partito per Partito. Si accorcia la forbice tra i poli

I Fratelli d’Italia scendono, il Partito Democratico sale e si piazza da solo sulla vetta del borsino dei Partiti italiani. Lo dice il sondaggio settimanale Monitor Italia realizzato dall’istituto Tecné per Agenzia Dire. La rilevazione fatta venerdì 12 novembre tiene conto di tutti i fatti accaduti in settimana e delle reazioni suscitate negli elettori: il risultato è che il Pd si piazza a quota 20,4%.

Il Partito di Enrico Letta ha guadagnato un decimo di punto sulla scorsa settimana. Nello stesso periodo FdI ha perso tre decimi di punto scivolando così al secondo posto con il 20,1%.

Enrico Letta (Foto: Andrea Giannetti / Imagoeconomica)

Il vento soffia verso il centrosinistra in questo periodo: la Lega infatti è terza ma perde un decimo di punto, mentre il Movimento 5 Stelle è in quarta posizione guadagnando due decimi di punto per un totale di 16,2% di consenso.

Al di là delle piccole oscillazioni, Forza Italia sembra avere superato la crisi dello scorso anno ed oggi è al 7,5% con un calo di un decimo di punto sulla settimana scorsa. Continua l’effetto Roma per Azione di Carlo Calenda che prende altri due decimi di percentuale e sfiora quota quattro.

I renziani di Italia viva sono stabili al 2,2% (in calo di un decimo sulla settimana scorsa), lo recupera Articolo 1 che adesso è al 2,1%.

Completano il quadro Europa verde al 2,0% (nessuna variazione), Sinistra italiana al 2,0% (+0,1%), Più Europa all’1,5% (-0,1%).

Il centrosinistra recupera

Il trend delle coalizioni per Dire Tecné

Stando ai numeri di questa settimana ora sono 6,2 i punti della forbice che separa il centrodestra dal centrosinistra.

Nella rilevazione fatta in queste ore il 46,9% degli intervistati ha dichiarato a Tecné che voterebbe per uno dei Partiti del centrodestra. Si tratta di ben mezzo punto in meno sulla settimana scorsa quando FdI – Lega – FI – CI – Udc erano al 47,4%.

Per uno dei Partiti del centrosinistra invece ha dichiarato che voterebbe il 40,7%. Si tratta di uno 0,4% in più per li raggruppamento Pd – M5S – Articolo1 – EV. 

L’avvicinamento della forbice è un andamento ormai costante da otto mesi a questa parte: con l’arrivo del Governo Draghi è finita la crescita del centrodestra ed è cominciato il recupero delle formazioni centriste.

Caro presidente

Da questa stagione la rilevazione di Monitor Italia tiene conto anche del gradimento verso il Presidente della Repubblica.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Sergio Mattarella anche questa settimana è al 75% con piccole variazioni percentuali. Una settimana fa era al 75,6% di gradimento ora sta al 75,2%.

È la seconda settimana di fila che accade ma per gli analisti si tratta di un calo fisiologico dopo che tre settimane fa il Presidente aveva toccato il punto più alto nel suo settennato a quota 75,8%.

La fiducia nel premier Mario Draghi è al 65,3% con un calo dello 0,8% rispetto alla scorsa settimana. Il top per il consenso nei confronti di Draghi è stato raggiunto il 3 settembre con il 67,1%: poi ha oscillato toccando un minimo del 64,7% il primo di ottobre e tornando nuovamente a salire, ma senza più raggiungere la vetta di inizio settembre.

La fiducia nel Governo è in leggero calo e si assesta al 54,1% con un -0,5% nell’ultima settimana (era al 54,6%). È dal 2 luglio che l’esecutivo mantiene un consenso intorno al 55%, con il picco massimo raggiunto il 3 settembre: 56,1%.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright