L’Indiscreto

Da qualche settimana ha cambiato telefono e per la prima volta ha tra le mani uno smartphone; dai membri della segreteria ha preteso che lo configurassero con la posta elettronica dell’ufficio e soprattutto che installassero la app di Facebook: adesso posta foto e messaggi in continuazione per informare i suoi elettori di ogni spostamento. Così tanto che il suo collega Marino Fardelli inizia a temere di perdere il titolo di ‘postatore seriale’. Chi è?

Dopo una intera vita vita vissuta a tutta velocità, durante la quale ha collezionato trionfi politici locali e nazionali, adesso può godersi un po’ di meritato riposo ma proprio ora ha iniziato a manifestare una serie di malanni fisici, così seri che la famiglia lo ha convinto ad andare da uno specialista: a Roma. La diagnosi è stata chiara: sindrome del pensionato, la stessa che colpisce gli operai quando smettono di lavorare e faticano ad adattarsi alla nuova realtà. La cura prescritta per superare insonnia, tachicardia, crisi di panico? Il professorone romano è stato chiaro: ‘Niente farmaci, si candidi da qualche parte’.

Che accidenti si conta l’ex consigliere regionale per una notte Adriano Roma su Facebook? Dicono che abbia in mano una bomba ad orologeria e che esploderà proprio alla fine di uno dei due countdown. Si vabbé, ma l’altro?

La passione è divampata all’improvviso ed allora hanno deciso di consumare, senza cercare un motel, un pied a terre o un’alcova: si sono congiunti sulla scrivania nell’ufficio di lui. Peccato che si tratti di un ufficio pubblico. Per la precisione un municipio. Entrambi sono sentimentalmente impegnati ma né l’uno né l’altra sono ancora spostati. Nulla di scandaloso: ma la titolare della stanza, l’indomani, ha protestato con il signor sindaco per il profilattico dimenticato proprio dove lei protocolla documenti tutto il giorno. Dove è successo?

Di cosa stava parlando in maniera tanto appassionata l’altra sera il presidente della Camera di Commercio, Marcello Pigliacelli, nel rinomato bar Tucci di Frosinone, al punto che Francesco De Angelis, Mauro Vicano, Luca Sellari, lo ascoltavano rapiti?

Giuseppe Golini Petrarcone avvistato di corsa sulla via Panoramica per Montecassino in calzoncini e poco in forma

Chi si ricorda di Augusto Pigliacelli, già presidente della Camera di Commercio di Frosinone, già consigliere regionale del Lazio, già presidente del Comitato Regionale di Controllo Contabile? Dicono che abbia inforcato la bicicletta nella convinzione che qualcuno prima o poi gli chiedesse di tornare indietro. Invece, pedala pedala, è arrivato in vetta al passo Pordoi, il valico alpino delle Dolomiti posto a 2239 metri sul livello del mare e reso immortale da un’epica scalata di Fausto Coppi. Qualcuno lo fermi o ce lo ritroveremo iscritto al prossimo Giro d’Italia.

Giacomo Iula, già presidente del consiglio comunale di Sora, non è mai stato un viveur che tira l’alba: a mezzanotte si va a nanna; a turbargli il sonno sono Giacomo Magister e Martina Ottaviani, della crew di alessioporcu.it i quali, contravvenendo alle ossessive raccomandazioni del direttore sulla puntualità che è sinonimo di serietà e professionalità, durante l’estate hanno invece messo in rete i titoli dei giornali con più di qualche minuto di ritardo. Facendo andare a dormire in ritardo il Giacomino da Matera. Il quale se n’è doluto pubblicamente con un’articolessa che il Direttore ha voluto venisse pubblicata anche qui, a suo onore e per l’esposizione al pubblico ludibrio dei due ritardatari cronici. Nell’attesa dei titoli, Giacomino ha fatto una scoperta: il sindaco di Montesilvano di Pescara è originario di Matera, il che rende anche lui candidabile a sindaco di Sora. Vittorio Di Carlo, Enzo Di Stefano e Roberto De Donatis sono avvisati.

Nessuna traccia di Franco Fiorito. Dicono si stia disintossicando dai clamori mediatici. Queste pagine lo reclamano. Chi può lo renda edotto, a nome del direttore. Grazie.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright