Non Cambiamo Aurigemma: ha scelto Fratelli d’Italia

Alla fine l'ex capogruppo di Forza Italia si accasa con Giorgia Meloni. Doveva passare con Cambiamo. Ma ha capito che il progetto non si sarebbe concretizzato. Oggi la presentazione. FdI ora è il gruppo di centrodestra più numeroso.

Alla fine ha deciso: è uscito dal limbo del Gruppo Misto. Ha seguito l’istinto che gli diceva di andare con Fratelli d’Italia. E non con Cambiamo di Giovanni Toti. L’ex capogruppo di Forza Italia alla Pisana Antonello Aurigemma questa mattina ha ufficializzato il suo passaggio con Fratelli d’Italia. Aderisice al loro gruppo anche in Consiglio Regionale. L’annuncio è stato fatto durante una conferenza stampa alla Camera dei Deputati.

Per battezzare l’arrivo di Antonello Aurigemma si sono mossi la leader Giorgia Meloni, il deputato e coordinatore del Lazio Fdi Paolo Trancassini ed il capogruppo in Regione Fabrizio Ghera.

Nessun rischio di rigetto

Giorgia Meloni e Giovanni Toti

Sono particolarmente contenta” ha detto Giorgia Meloni. Ha evidenziato la lunga storia di radicamento sul territorio che Aurigemma possiede. Ha parlato di “politica fatta con la ‘P’ maiuscola, con competenza“.

Il dubbio è l’accoglienza che l’ex capogruppo di Forza Italia potrà trovare nella sua nuova casa politica: prima di lui hanno fatto l’esperienza del ‘rigetto‘ personaggi come l’ex deputato, ex assessore regionale, ex presidente della Provincia Antonello Iannarilli e l’ex sindaco di Torrice Alessia Savo.

Garantisce Giorgia Meloni. «Io posso garantire che tutti quelli che condividono le ragioni del nostro movimento politico devono considerasi perfettamente inseriti“.

Con l’ingresso di Antonello Aurigemma Fratelli d’Italia oggi può contare su 5 consiglieri Regionali Il Partito può vantare il Gruppo più numeroso in Aula: sia in Consiglio comunale, sia nella Regione Lazio, sia nell’Assemblea dell’area metropolitana.

Addirittura, i rappresentanti del Partito di Giorgia Meloni in Regione sarebbero sei se si contasse anche Sergio Pirozzi, eletto con la sua lista civica.

Trancassini orgoglioso

Paolo Trancassini ha introdotto la ‘new entry‘ dicendo “Accogliamo Aurigemma con grande soddisfazione nel nostro gruppo. È una persona di spicco, per lui parla la sua storia. È un personaggio molto conosciuto non solo a Roma. Abbiamo lavorato insieme in questi mesi. Con Antonello Aurigemma entra in Fratelli d’Italia una storia, un gruppo di persone e di questo siamo molto orgogliosi”.

È sempre più chiaro a tutti che l’intuizione di Giorgia Meloni di qualche tempo fa è stata un’intuizione giusta: far sì che questa sia una casa ben strutturata e solida di tutto il centrodestra . In tutto il panorama politico non c’è Partito che ha chiara come noi la strada da percorrere“.

Ghera e la generosità di Antonello

Fabrizio Ghera © Imagoeconomica, Silvia Lore’

Fabrizio Ghera ha ringraziato Aurigemma ed ha sottolineato il «gesto importante di generosità per far crescere ancora di più la pattuglia di Fratelli d’Italia».

Ha sottolineato l’importanza dell’appello lanciato da Giorgia Melonia chi non ha un’esperienza politica direttamente di destra da sempre, poter in qualche modo considerarsi padrone in Fratelli d’Italia e non ospite“.

La scelta di Antonello

La scelta di Antonello Aurigemma è un doppio segnale politico. Il primo a Giovanni Toti ed al progetto Cambiamo. L’ex capogruppo di Forza Italia era tra i promotori della scissione durante la scorsa estate. Insieme a Pasquale Ciacciarelli ed Adriano Palozzi aveva presentato l’ultimatum a Silvio Berlusconi reclamando un Partito che fosse scalabile.

Era finita con l’uscita dei 3 consiglieri regionali dal Gruppo azzurro. Ma solo due erano arrivati a Cambiamo: Aurigemma si era fermato per strada, facendo tappa al Gruppo Misto.

Aurigemma la scorsa estate con Abbruzzese, Ciacciarelli e Palozzi

Ora le decisione di svoltare a destra e di unirsi ai Fratelli d’Italia. Perché? «All’interno del gruppo di Fdi credo di aver trovato prospettive più ampie. Oggi i moderati del centrodestra hanno assunto un’importante impegno che ci portera’ a conquistare importanti traguardi e a raggiungere obiettivi sui quali stiamo lavorando da tempo insieme».

Fuffa. La realtà è che Aurigemma ha aspettato, pesato Cambiamo, stabilito che ci siano più margini in FdI. E agito di conseguenza.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright