Pompeo vs Ottaviani: «Ma quale Frosinone, il modello è Ferentino»

La sfida a distanza tra il sindaco di Frosinone e quello di Ferentino. Il modello Frosinone? Per Pompeo invece il vero modello è la sua città. I due sono destinati a incrociarsi e scontrarsi spesso nel prossimo futuro

«Sento parlare di modello Frosinone, ma il vero modello di questo territorio è Ferentino»: una frase pronunciata poche ore fa davanti ai fedelissimi, con una convinzione senza precedenti. Una frase con la quale Antonio Pompeo lancia la sfida a Nicola Ottaviani. Non solo sul piano amministrativo, ma anche su quello politico.

 

Antonio Pompeo è uno degli uomini di punta del Partito Democratico, mentre Nicola Ottaviani è un punto di riferimento di Forza Italia, anche se potrebbe decidere di passare con la Lega. I due sono destinati ad incrociarsi nei prossimi anni, perfino nei prossimi mesi. Ottaviani, per esempio, potrebbe decidere di concorrere per la presidenza della Provincia e a quel punto con Pompeo sarebbe un duello all’ultimo voto. Ponderato. I due hanno già incrociato le lame nelle assemblee dei sindaci sull’acqua e sui rifiuti. Con alterne fortune, ma con l’identico piglio.

 

Antonio Pompeo sta preparando la grande manifestazione con la quale si ripresenterà a sindaco di Ferentino. La storia del modello Frosinone (nuovo stadio di calcio e futuro Parco del Matusa) sui giornali c’è da tempo.

 

Ai suoi Pompeo ha detto: «E allora, quello che abbiamo fatto noi a Ferentino negli ultimi cinque anni?». Ha citato cinque esempi. Il primo è quello dell’ufficio del Giudice di Pace a Ferentino, che ha competenza su gran parte dell’area nord della provincia. Poi la Casa della Salute, quindi la sezione distaccata dell’Accademia delle Belle Arti, argomento che costituisce il vero derby con il capoluogo e con Nicola Ottaviani in particolare. Ha citato anche la riqualificazione della stazione ferroviaria, finanziata da Rfi con 6 milioni di euro. Ferentino è rientrata nel progetto 500 stazioni di Rfi. Infine, la Città dello Sport, sempre a servizio del Frosinone calcio. Due milioni di investimenti. Come dire: se il Frosinone calcio venerdì dovesse conquistare nuovamente la serie A, il merito è naturalmente di Maurizio Stirpe e della squadra, ma una parte nella storia ce l’ha anche la Città dello Sport di Ferentino. Fin qui sul piano amministrativo.

 

In realtà c’è anche molto di politico. Sia Antonio Pompeo che Nicola Ottaviani reciteranno da protagonisti nei rispettivi partiti e schieramenti. Sicuramente in prospettiva sono i due politici che si contenderanno diversi ruoli. Dalle Provinciali alle Regionali, dalle Politiche alle Europee. Le elezioni comunali di Ferentino rappresentano per Antonio Pompeo il primo passo per ottenere la conferma alla presidenza della Provincia. Nicola Ottaviani non scopre le carte, ma da due anni ha messo il Partito Democratico nel mirino. 

La sfida tra i due è appena iniziata. Adesso a distanza, in attesa del faccia a faccia.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright