Provincia, si studia il piano ‘Forzexit’ ma senza fretta

Gli sherpa sono tornati nelle loro caserme. Hanno gettato la spugna, per il momento. Non si parla più di riunificazione del gruppo del Pd alla Provincia.

L’ennesima rottura tra Scalia e De Angelis ha congelato la situazione. Per la gioia di Antonio Pompeo e Antonio Cinelli, che non si sopportano.

Ad ogni modo, siccome nel Pd non si sa mai quello che può succedere tra… un minuto, il piano di riserva c’è. Nel caso di accordo tra Democratici per Pompeo e Pd, l’ipotesi FORZEXIT (uscita di Forza Italia) prevede quanto segue: Danilo Magliocchetti resta presidente del consiglio, mentre Gianluca Quadrini e Vittorio Di Carlo potrebbero essere “sacrificati” per consentire l’attribuzione di deleghe agli esponenti Democrat.

Per rendere più “democratica” la trattativa (ispirandosi alle ricette della Merkel nei confronti di Tsipras), a Quadrini e Di Carlo potrebbe essere chiesto di aderire al Pd in tre giorni.

E se poi lo fanno?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright