E’ la stampa, bellezza (i titoli di martedì 6 VI 2017)

I titoli dei quotidiani locali in distribuzione nelle province di Frosinone e Latina martedì 6 giugno 2017 e anticipati da Alessioporcu.it

 

 

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Schiacciato dall’auto del papà
Frosinone. Politrauma per un bambino di sei anni. È salito in macchina e ha tolto il freno: ha aperto lo sportello e si è lanciato. Trasportato all’ospedale “Spaziani” è stato subito trasferito a Roma. Nel Cassinate è grave un ragazzino caduto dalla bicicletta

SINOSSI
Paura per un bambino di sei anni, travolto dell’auto del papà. Dopo le prime cure al Pronto soccorso dello “Spaziani” è stato trasferito in un ospedale pediatrico di Roma. I medici gli hanno riscontrato un politrauma con diverse fratture. Per fortuna la sua vita non è in pericolo. L’incidente si è verificato qualche giorno fa davanti a un’abitazione del capoluogo. Il piccolo èsalito nella macchina del genitore, è riuscito a sfrenarla e, compreso il pericolo, ha aperto lo sportello e si è lanciato. Caduto a terra è stato travolto. Immediatamente è stato accompagnato nell’ospedale di Frosinone. Poi il trasferimento a Roma. A Cassino, invece, è grave un ragazzino di dieci anni caduto dalla bici. Trasferito al policlinico Gemelli

 

Cade dalla bici, bimbo grave
Cassinate. Stava giocando in giardino quando ha perso l’equilibrio battendo la testa. Ora rischia la vita: ricoverato al Gemelli. A Frosinone un piccolo di sei anni è rimasto schiacciato dalla macchina del papà. Trasferito d’urgenza nella capitale

SINOSSI
Cade dalla bici e rischia la vita. Grave un bambino di dieci anni del Cassinate, elitrasportato al Gemelli. Il terribile episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri. Un bambino ha improvvisamente perso il controllo della sua bici e, cadendo, ha sbattuto la testa e il volto: due gli edemi cerebrali riscontrati. Immediata la corsa al Santa Scolastica di Cassino dove, dopo i primi necessari accertamenti, è stato elitrasportato al Gemelli in gravi condizioni. Paura anche per un piccolo di sei anni rimasto schiacciato dall’auto del papà: anche per lui un trasferimento d’urgenza a Roma. Secondo una prima ricostruzione il piccolo sarebbe riuscito a sfrenare l’auto del padre

 

Omicidio Mollicone, la svolta è vicina

Arce Tempi certi sulla consegna delle due consulenze mancanti, poi il ritorno della salma. Prima dell’estate la verità. Chiesta un’ulteriore proroga delle indagini per il caso del brigadiere Santino Tuzi: si riaccende la speranza

 

Una faida, mille interessi/

Cassino. Violenza scatenata dalla gestione degli autolavaggi: c’è anche il reato di estorsione. Sempre in coma uno degli egiziani vittima degli scontri. Il procuratore: realtà da monitorare

 

Ciociari sempre più poveri

La statistica Aumentano i residenti che non compilano la dichiarazione dei redditi Secondo i dati del Sole 24 Ore anche quelle presentate sono in media più “leggere”

 

I tifosi hanno scelto i calciatori dai quali ripartire

Il sondaggio Dionisi, Paganini, Gori e Ariaudo i preferiti dei supporter. Alle loro spalle Terranova, i fratelli Ciofani e uno degli ultimi arrivati Maiello

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Dario Facci)

Schiacciato dall’auto
Frosinone. Miracolato un bimbo di 5 anni. La vettura si è improvvisamente sfrenata. Per lui cinque costole e due vertebre rotte

SINOSSI
Il dramma si è sfiorato in un parcheggio di una casa del capoluogo. Il bambino era salito sulla vettura per giocare. Appena si è accorto che l’auto si stava muovendo è sceso, ma la portiera lo ha travolto facendolo finire sotto le ruote. Immediatamente soccorso, è stato portato nel nosocomio romano dove si trova ricoverato. Fratture a parte, fortunatamente le condizioni di salute non destano preoccupazioni.

 

Serena, indagini alla fine

Arce. Il Procuratore Capo: «A giorni le conclusioni dei consulenti». Le indagini scientifiche sull’omicidio di Serena Mollicone volgono al
termine. Lo ha detto ieri il Capo della Procura di Cassino Luciano D’Emmanuele.

 

Carabinieri, celebrazioni per il 203° anniversario/

Ieri mattina a Frosinone, nella Villa Comunale, le celebrazioni per l’anniversario della fondazione dell’Arma. Fedeltà e vicinanza: una certezza da sempre

 

Vertenza per Canterno

Un disastro ambientale che grida vendetta

 

Depuratore, presentato l’esposto

Isola del Liri. Ieri battaglia in aula consiliare. La maggioranza vota il suo ordine del giorno

 

Quell’anno che con Arrigoni volammo in C1

Da oggi il racconto delle stagioni agonistiche del Frosinone di Stirpe. Mentre rimbalzano i nomi di Oddo e Bucchi per la panchina, è stata resa nota la data dell’inizio del campionato

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

«Stadio, a luglio i collaudi»
Il presidente del Frosinone Calcio, in un convegno presso l’Università, annuncia la fine dei lavori nell’area del Casaleno. Il cantiere sarà smantellato a fine giugno

SINOSSI
I lavori del nuovo stadio “Benito Stirpe” di Frosinone (nella zona del Casaleno) sono agli sgoccioli. Anzi, ieri è stata ufficializzata la data del termine lavori. Tra il 30 giugno e il 10 luglio gli operai lasceranno il cantiere. Subito dopo inizierà la fase dedicata ai collaudi. La nuova stagione i canarini la disputeranno, quasi sicuramente, sul manto erboso del nuovo stadio. Lo ha detto il presidente del Frosinone calcio, Maurizio Stirpe, intervenuto al convegno organizzato dal Dipartimento di Economia e Giurisprudenza, diretto dal professor Giuseppe Recinto

 

Delitto di Serena, il procuratore capo: «Novità entro l’estate»

Omicidio di Serena Mollicone: entrO poche settimane si conosceranno gli esiti dell’inchiesta della Procura di Cassino. Ad annunciarlo lo stesso procuratore capo, Luciano D’Emmanuele, il quale a margine della festa dell’Arma che c’è stata ieri mattina alla villa Comunale di Frosinone, rispondendo alle domande dei cronisti ha affermato: «Stiamo aspettando i risultati degli accertamenti e delle analisi . Entro l’estate ci saranno novità». La tempistica, infatti, pone come termine ultimo il 17 luglio prossimo, quando scadranno i sei mesi di proroga che il Gip ha concesso

 

Giallo in riva al lago: i carabinieri del Ris nella casa dell’orrore

Gli specialisti dovranno analizzare sia le tracce di sangue che le imponte digitali per capire se è stato omicidio o suicidio

 

Carabinieri, da 203 anni in campo

Alla presenza delle massima autorità amministrative, civili, militari e religiose, l’Arma dei carabinieri ha festeggiato il 203° anniversario dalla sua fondazione. «Un volto amico dello Stato, autorevole, ma umano, una persona alla quale rivolgersi nel momento di difficoltà». Questo l’aspetto che ha voluto sottolineare il comandante provinciale, colonnello Giuseppe Tuccio

 

Bomber Dionisi nel mirino di Zeman

Amister Zeman, tecnico del Pescara, piace bomber Dionisi, il cui valore di mercato supera di poco i 3 milioni. Il club abruzzese, infatti, sta sondando questa pista per verificare la possibilità di un eventuale trasferimento del giocatore nella sociatà biancazzurra. Su Dionisi, però, ci sarebbero anche altri club.

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

La Provincia prova a rinascere
Latina. Riunione con parlamentari, sindaci e consiglieri regionali ieri in via Costa. Della Penna: «Mancano i soldi per garantire servizi». Documento unitario per chiedere al Parlamento di rivedere la legge Delrio e ripristinare la dignità degli enti

SINOSSI
Un appello bipartisan per chiedere al Governo e al Parlamento di rimettere mano alla riforma Delrio e restituire dignità e soprattutto risorse economiche alle Province. Ieri mattina in via Costa i parlamentari pontini, i sindaci, i consiglieri regionali sono stati convocati dal presidente Eleonora Della Penna e tutti insieme hanno messo nero su bianco un documento che sarà inviato al Parlamento. «L’esito del Referendum di dicembre non può essere ignorato, i nostri enti fanno parte della Costituzione e noi dobbiamo essere messi in condizione di dare i servizi che i nostri concittadini si aspettano di ricevere. E’necessaria una riforma seria della legge Delrio».

 

Legalità nel nome dell’Arma

Latina. Ieri la festa dei carabinieri. Il comandante Provinciale Edoardo Calvi: «Resta sempre alta l’attenzione. La magistratura è un sicuro punto di riferimento»

 

Filma il tradimento e lo rapinano

Pontinia I fatti avvenuti nella casa coniugale nel 2013. Ieri l’udienza dal gup per una donna di 38 anni e un giovane di 27 anni. Due amanti a giudizio. Il marito della donna li aveva sorpresi a letto e gli era stato portato via il cellulare

 

Crisi idrica insuperabile nel sud pontino

Vertice ieri a Formia con i sindaci del Golfo ed il responsabile tecnico di Acqualatina

&nbsp

Antonio Aprile chiede il Francioni per il Sermoneta

Calcio, nota al sindaco

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

A Torino scappa pure il sindaco
Appendino, questore, prefetto: scaricabarile sulla strage sfiorata. Islam radicale, il decalogo per la «tolleranza zero»

 

«Dimenticato» un decreto Così saltano i tagli alla spesa
Per non turbare gli alfaniani. Tagli alla spesa non pervenuti. Nemmeno quelli di prassi, previsti dalla sessione di bilancio. Verrebbe da dare una giustificazione tutta politica. Visti i malumori dei ministri centristi – Angelino Alfano e Beatrice Lorenzin – sulla legge elettorale, Palazzo Chigi non se la sarà sentita di presentare un conto fatto di tagli ai budget dei rispettivi dicasteri. O forse è la filosofia pro spesa pubblica che è ben presente nel governo. Ad esempio la convinzione che tagliare il bilancio dello Stato fa più male al Pil di eventuali aumenti delle tasse (in questo senso si è espresso il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan non molto tempo fa).

 

 

Riina, la sentenza choc. «Scarceratelo, sta morendo»
Siamo garantisti, lo sapete. È nel nostro dna, lo siamo con chiunque, crediamo che il diritto e il rispetto della persona vengano prima della legge del taglione. E però. Però a volte essere garantisti è difficile. E questa è una di quelle volte. Perché questa sentenza choc della Cassazione non rischia di rimandare all’affetto dei suoi cari il detenuto «x» che sta morendo (e che magari proprio perché è il detenuto «x» cui nessuno dà voce muore in carcere) ma Totò Riina, il capo dei capi (…)

 

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Tutti i rapporti di Renzi e del Pd con il Paese che finanzia l’Isis
Italia spiazzata dal bando agli emiri, con i quali negli ultimi due anni sono stati intrecciati affari miliardari. Il Rottamatore, che aveva un ufficio in un hotel di loro proprietà, voleva coinvolgerli anche in Alitalia e Mps

 

L’invasione dei dentisti senza la laurea
Calenda inserisce nel decreto concorrenza la norma che fa saltare i vincoli. La Lorenzin tace

 

Il Maialinum è fatto apposta per l’intesa tra Pd e Forza Italia
Il Cav nega ma…

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright