E’ la stampa, bellezza (i titoli di sabato 22 IV 2017)

Ciociaria Oggi K2

CIOCIARIA EDITORIALE OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Fuoco incrociato sui buttafuori
Assassinio Morganti Due uomini della sicurezza del Miro sotto torchio del procuratore De Falco e del pm Misiti per ore. Sono accusati di omicidio e di aver tentato di minimizzare le responsabilità. Mamma Lucia rilancia l’appello per il filmati

SINOSSI
Quattro ore sotto torchio. Due ore per uno. Dalle 10 alle 14. Damiano Bruni e Michael Ciotoli, due buttafuori del Miro Music Club, sono comparsi ieri davanti al procuratore Giuseppe De Falco e al sostituto Vittorio Misiti. Durissimo il confronto. Gli uomini della sicurezza, accusati di omicidio, hanno tentato di smontare il pesantissimo castello accusatorio. Nulla è trapelato dal riserbo istruttorio. A tenere la bocca chiusa sono stati persino i legali che li assistono, gli avvocati Giampiero Vellucci e Riccardo Masecchia. Segno che gli inquirenti potrebbero non aver valutato positivamente l’atteggiamento di coloro che già in passato hanno tentato di scaricarsi delle loro colpe. Oppure è saltato fuori qualche nome.

 

Maxi debito, l’ora della verità

Università di Cassino. Buco da 43,5 milioni per i contributi Inps non versati. Accordo raggiunto sulla rottamazione: ne risparmiano otto. La manovra di rientro in tre fasi: tutti i dettagli. A giorni l’informativa della Finanza in procura con eventuali profili penali

 

Norberto Venturi si candida e bacchetta i big

Frosinone. «Sì, mi candido. Per contarmi? Assolutamente no. Per dare un segnale di responsabilità a chi fa finta di non capire». Inutile girarci troppo intorno: il riferimento è ai big del partito, dal momento che l’invito a scendere in campo (formulato dallo stesso Venturi e da Francesco Brighindi) è stato raccolto soltanto dalla senatrice Maria Spilabotte.

 

Le agromafie si combattono con i prodotti di qualità

Frosinone. Ieri il convegno all’auditorium San Paolo

 

Piano casa, si potrà costruire di più

Cassino. La commissione licenzia il nuovo progetto: ok all’edificazione anche in zone di servizi, artigianali e Vas. Soddisfatto il presidente Claudio Monticchio. La parola passa al Consiglio che si riunirà venerdì

Il Frosinone a Terni per ricominciare a correre

Serie B. Oggi l’undici di Marino scenderà in campo al “Liberati”. Il successo in casa canarina manca da ben quattro giornate

 

 

provincia-2

LA PROVINCIA
(direttore Dario Facci)

Brutta aria
Ecomafie, il monito del vescovo Spreafico: “Serve una svolta di coscienza”. In Provincia celebrata
la Giornata della Terra. Dito puntato contro le polveri ultrasottili: penetrano fin dentro le abitazioni.
L’esperto: “La principale fonte di produzione delle ultrafini è la combustione, come quella che generiamo con i termocamini e con le stufe a pellet”

SINOSSI
Ho voluto fortemente questo giorno di riflessione, perché sono convinto che questo territorio debba maturare una coscienza più vasta e chiara del disastro ambientale a cui siamo stati sottoposti”. Il vescovo di Frosinone, monsignor Ambrogio Spreafico, è andato dritto al sodo per aprire i lavori della giornata di studio sull’argomento “Agromafie ed ecomafie, crimini contro il Creato

 

“Quando ha corso unito il centrosinistra qui non ha mai perso”
Gian Franco Schietroma. Coordinatore della segreteria nazionale del Psi, spiega le ragioni della scelta di appoggiare il candidato unitario per le comunali di Frosinone. “Nel nostro territorio c’è una forte tradizione di stampo socialista e socialdemocratico”

 

Una grande Banca Popolare

Cassino. I 1668 soci della Cassinate oggi saranno in assemblea per esaminare il bilancio dell’esercizio 2016. Il presidente Formisano: «Operiamo perseguendo una politica dei piccoli passi e una gestione prudente»

 

“Partano da Frosinone l’avviso di sfratto al Pd e lo stop ai grillini”

Silvio Ferraguti (FI) sulla crescita del centrodestra. “Dalle Comunali di Frosinone l’avviso di sfratto alle sinistre e lo stop al Movimento 5 Stelle. Il centrodestra unito vola sempre più nei sondaggi”

 

Trovata una rarissima pianta carnivora sui monti Simbruini

Trevi nel Lazio. Grande interesse degli studiosi

 

A terni per vincere. Il leone deve ruggire

Il Frosinone alle ore 15 scende al “Liberati” con la necessità di dimenticare le ultime prove opache. Quella con la Ternana può essere la partita decisiva dell’intera stagione

 

 

Messaggero K2

IL MESSAGGERO
(direttore Luciano D’Arpino)

All’asta un immobile al giorno
Case e terreni, i dati del Tribunale del capoluogo: negli ultimi due anni aumentate le procedure esecutive. Mattia, sportello antiusura: «Da tempo chiediamo di vigilare»

SINTESI
Un immobile al giorno all’asta e un incremento delle nuove procedure esecutive a cavallo fra 2015 e 2017. È il quadro che emerge dai numeri del Tribunale di Frosinone rispetto alle esecuzioni immobiliari (case, terreni, eccetera) nel distretto di competenza. Secondo il report “Aste 2016”, inoltre, lo scorso anno nel territorio provinciale si è arrivati a contare 3.126 immobili all’asta (fra esecuzioni nuove e pendenti). «Da tempo cerchiamo di gettare una luce sul fenomeno delle case all’asta», ha spiegato il presidente di Cofile Antonio Mattia.

 

Emergenza smog in Ciociaria, esperti divisi sulle cause

Il confronto al convegno “Earth Day”: dito puntato contro l’inquinamento “domestico”, ma i medici non sono d’accordo

 

Delitto di Alatri, ascoltati i buttafuori

Ieri gli interrogatori di Damiano Bruni e Michael Ciotoli. Entrambi sono indagati per l’omicidio di Emanuele Morganti. I due giovani hanno sempre respinto le accuse sostenendo di non essere usciti dal “Miro” quando era in corso il pestaggio. Questione sicurezza, arrivano le prime idee in vista del Consiglio comunale

 

Frosinone, adesso serve un ruggito

La carica di mille tifosi per spingere il Frosinone alla riscossa oggi al Libero Liberati contro la Ternana. Per i giallazzurri una gara delicata per continuare a inseguire la promozione diretta in Serie A
Sfida a Terni, Marino: «Serviranno cattiveria agonistica e intensità». Il tecnico dei canarini: «I ragazzi sono consapevoli di quello che possono dare»

 

 

Latina Oggi K2

LATINA OGGI
(direttore Alessandro Panigutti)

Lollo è già tornato a giudicare
Il caso L’ex giudice arrestato per lo scandalo dei fallimenti è nella Commissione Tributaria regionale del Molise. La delibera del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria è del 14 febbraio scorso. Chi ha verificato i requisiti?

SINOSSI
La nuova sede di lavoro è Campobasso, ed è lì che l’ex giudice Antonio Lollo si appresta a prendere servizio (potrebbe avere già esordito) nei ranghi della Commissione Tributaria regionale del Molise. Un organismo delicato, dove si discutono ricorsi a volte importanti su questioni economiche anche rilevanti. Come ha fatto l’ex magistrato finito in carcere per corruzione, reo confesso, ad ottenere il via libera dal Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria? E’vero, Lollo non ha ancora subito condanne, ma per uno che ha ammesso di aver fatto mercimonio della propria funzione di magistrato, il limite imposto dal richiesto requisito di integrità morale dovrebbe essere invalicabile

 

Morto accanto all’auto. Giallo al lido

Latina. Corpo dissanguato da due ferite alle braccia. Indaga la polizia

 

Il dinosauro della discordia

Il sindaco di Terracina e il Parco del Circeo diffidano il Comune di Latina per la collocazione dell’impronta preistorica: «Ignorato l’accordo, grave scorrettezza»

 

Pestaggio: «Noi non c’entriamo »

L’aggressione in centro I due romeni arrestati dalla polizia presentano ricorso al Tribunale del Riesame. Nella notte furto sull’auto di una testimone che ieri doveva essere ascoltata dalla Mobile. Atroce sospetto

 

 

Il Tempo K2

IL TEMPO
(direttore Gianmarco Chiocci)

Fori i soldi
La Raggi ricorre (giustamente) contro lo scippo del governo. In ballo gli incassi dell’area Colosseo e i siti a cui destinarli

 

Intercettazioni false, 66 indagati. «Così Pignatone ci ha salvato»

Il caso più clamoroso di intercettazioni fantasma, trascritte male, se non addirittura inventate, nel 2005: indagate 66 persone con false accuse di mafia, droga, riciclaggio, traffico d’armi, omicidio. Tutti prosciolti nel 2010 grazie all’allora capo procuratore di Reggio Calabria Pignatone.

 

 

il-giornale

IL GIORNALE
(direttore Alessandro Sallusti)

Vaccini obbligatori all’asilo. Radiato il primo medicoIl Consiglio di Stato: legittimo vietare la scuola a chi rifiuta la profilassi. Cacciato il paladino «negazionista»

 

Governo, i conti non tornano. La manovra infinita è un caso
I conti non tornano in tasca al governo e il Colle frena la manovra. Ormai il ritardo è diventato un caso politico. Per il ministro Padoan sono solo le ultime correzioni minimali, ma dietro ci sono i veti renziani all’aumento delle tasse. E una ricerca svela: i «no» alle opere ci costano 600 miliardi di euro.

 

 

La Verità
(direttore Maurizio Belpietro)

Tagli alla sanità per curare i clandestini

Spunta un comma che sposta la spesa per trattamenti ai richiedenti asilo dal ministero dell’Interno a quello della Salute. È allarme: così i fondi vengono sottratti al budget del nostro sistema sanitario

 

Le 5 tasse beffa: gli italiani pagano e lo Stato ci rimette
La manovrina, così soprannominata per dare agli italiani un’idea di leggerezza, si è tramutata in un decreto da 68 articoli. «Quasi una Finanziaria», ha detto con inspiegabile orgoglio ieri il ministro Pier Carlo Padoan. Omettendo, invece, di aver raggiunto un altro record: quello di inventare le tasse che fanno perdere tutti. Sia i cittadini che pagano di più sia lo Stato che incassa di meno. All’equazione non è facile arrivare, bisogna sfoltire un po’ di fumogeni. Il testo (…)

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright